Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ponte Morandi, Toti batte il tempo ai pm e attacca (anche) il Mit: “Pure ministero ha responsabilità”

"Nel matrimonio della concessione tra Autostrade e ministero, uno doveva fare manutenzione e non fare crollare la struttura, l'altro doveva controllare che ciò non accadesse", ha detto il governatore ligure

Genova. “Dai giudici mi aspetto sentenze rapide e giuste, Comune e Regione Liguria e i cittadini si aspettano di conoscere la verità e di vedere puniti i responsabili, ognuno faccia bene il suo lavoro, tribunali e commissioni, senza invasioni di campo, senza aumentare la tensione che è già molto alta”.

incidente probatorio hangar macerie morandi

Poco prima il sindaco di Genova e commissario alla ricostruzione Marco Bucci aveva usato toni decisamente più accomodanti. “La giustizia procede con il suo corso – ha affermato – e noi lavoriamo per definire chi si occuperà del progetto di demolizione e ricostruzione, oggi non potremmo ancora essere pronti, anche se la magistratura avesse concesso il dissequestro”.

“Nel matrimonio della concessione di ponte Morandi c’erano due contraenti, un concessionario e un concedente – ha aggiunto il governatore ligure – il concessionario aveva il dovere di far sì che il viadotto non crollasse, mantenendolo in piena efficienza, il ministero dei Trasporti, aveva il dovere di controllare che ciò non accadesse, evidentemente uno dei due ha una responsabilità o forse entrambi, ma non tocca alla politica deciderlo, tocca ai tribunali della Repubblica decidere chi ha delle colpe”.