Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Pioggia, il peggio deve ancora arrivare. Nel pomeriggio convergenza perturbazione tra Genova e Savona

Il ponente dovrebbe essere il più colpito. E nei prossimi giorni si potrebbe replicare ancora

Genova. Con qualche ora di ritardo rispetto ai modelli previsionali la nuova perturbazione ha raggiunto terra. Ma il peggio deve ancora arrivare: nel pomeriggio, infatti, le nubi in risalita sul mar ligure toccheranno il ponente genovese e il savonese.

Lo scirocco più caldo, infatti, ancora una volta andrà ad impattare sulla tramontana, più fredda, del settore centrale della nostra regione, portando un acuirsi delle perturbazione, le cui precipitazioni sono già in atto su praticamente tutto il territorio provinciale.

I modelli aggiornati prevedono che il maggior accumulo che si è formato in queste ore tra la Liguria e la Corsica, in viaggio verso nord ovest, dovrebbe “toccare terra” tra Savona e Genova.

satellite

Il regime di allerta arancione, che è quello massimo per quanto riguarda i temporali, è stato prolungato fino alle 16 di giovedì 1 novembre. Questo significa che persiste grande incertezza sull’evoluzione meteo nei nostri cieli, soprattutto visto la rapidità dei cambiamenti di direzione e accumulo.

Il timore oggi è che la terra già satura di acqua non riesca più a trattenere la pioggia, andando sotto stress, arrivando a criticità idrogeologiche. Non resta che aspettare, e sperare.

Per i prossimi giorni, inoltre, potrebbero non esserci buone notizie. Come si vede dalla immagine del satellite, la perturbazione di oggi potrebbe essere seguita da una nuova, attualmente sul mare tra Algeria e Spagna, sospinta verso nord est dai venti africani. Mentre in queste ore sta facendo il suo ingresso nel mediterraneo un grande accumulo di origine ciclonica che pare possa avere la stessa direzione delle nuvole di questi giorni.