Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Obesità infantile, a Sestri Ponente e Valpolcevera i bambini più a rischio. Aumento del 10% in un anno

I dati emergono da uno studio di Gaslini e Helpcode

Genova. I dati emersi dall’Obesity Day, grazie al rapporto di Helpcode e dell’Istituto Giannina Gaslini sulla salute alimentare e le raccomandazioni per scuola, famiglia e istituzioni, sono allarmanti: quasi un terzo dei bambini genovesi è sovrappeso e a rischio di obesità cronica. La maggior concentrazione di casi si trova in Valpolcevera e a Sestri Ponente.

Il bilancio per l’anno 2017/ 2018 su un totale di 333 bambini mostra il dato rilevante di un mantenimento della percentuale di normopeso stabile al 72% rispetto all’anno 2016/2017, si è avuta inoltre una riduzione del 50% della percentuale dei soggetti sottopeso dal 4 al 2%. Dobbiamo però rilevare un dato allarmante: all’interno della popolazione sovrappeso abbiamo assistito a un passaggio dal sovrappeso all’obesità e con una percentuale stabile di obesità severa”, oltre che un terzo dei bambini è già in sovrappeso o obeso nell’età scolare, spiega il prof. Mohamad Maghnie Direttore U.O.C. Clinica Pediatrica del Gaslini

Dalla comparazione dei grafici risulta evidente come nell’Istituto di Genova Sturla si sia assistito a una netta riduzione della percentuale di soggetti in sovrappeso/obesità dal 29% nell’anno 2016/2017 al 17,1% nell’anno 2017/2018. Al contrario negli istituti di Sestri Ponente e Valpocevera il trend è stato peggiorativo (con passaggio rispettivamente dal 20% al 25% di soggetti sovrappeso/obesi e dal 24% al 34.4%)” sottolinea il prof. Maghnie.

Il percorso intrapreso dall’Istituto Gaslini “Educazione Alimentare 2.0”, iniziato nel 2016, è della durata triennale con follow-up di controllo annuali, per confrontare le classi che subiscono gli interventi educazionali con le classi di controllo, al fine di rilevare miglioramenti nei comportamenti e abitudini alimentari è arrivato al compimento del secondo anno. Il Progetto è stato articolato su specifiche tematiche, per ogni anno, legate ai singoli alimenti e al timing della giornata alimentare, con approfondimenti ludici e laboratoristici degli aspetti nutrizionali correlati.

“Il percorso proposto è generale, in modo da affrontare l’argomento, comunque complesso e trasversale a svariati ambiti disciplinari, con un’organizzazione didattica distribuita, a diversi livelli a seconda dell’età degli allievi. Gli alunni partecipanti al secondo anno progettuale, circa 400, quest’anno di età compresa da 7 a 10 anni, sono stati suddivisi in quattro Istituti Scolastici, di Genova (Valpolcevera, Sturla, Sestri Ponente) e Provincia (Sestri Levante). Gli interventi educativi di questo secondo anno progettuale sono stati pianificati attraverso un’organizzazione didattica, pratica e teorica, distribuita a diversi livelli in base all’età dei bambini, nelle classi, seconde e terze e quarte della Scuola Primaria.