Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

#nonballodasolo, alla discoteca Casa Mia un pomeriggio dedicato ai ragazzi diversamente abili

Dai 16 anni in su con disabilità motorie, sindrome di Down, autismo o altre, accompagnati da parenti o dagli assistenti delle varie associazioni coinvolte

Più informazioni su

Genova. Si ripropone l’esperienza già fatta l’anno scorso al Casa Mia Club di via XII ottobre, da sempre locale sensibile nei confronti di tematiche sociali.

Il progetto, senza scopo di lucro, a ingresso gratuito, rivolto ai giovani diversamente abili, alle famiglie e alle associazioni che si occupano di disabili, pensato adattando il locale perchè possano trascorrere un pomeriggio spensierato in discoteca e divertirsi, prende il nome di #nonballodasolo ed in continuità con il pomeriggio dei giovani mantiene il concetto “no alcool”.

In questo caso si tratta di ragazzi dai 16 anni in su con disabilità motorie, sindrome di Down, autismo o altre, accompagnati da parenti o dagli assistenti delle varie associazioni coinvolte.

Sostenitori del progetto sono: Max Giannini (direttore artistico del Casa Mia Club), Nasreddine Zenati (dj e pr coinvolto anche in #mammaesco, altro progetto, pensato per intrattentere i più giovani in un ambiente sano, senza alcool né fumo, solo con musica e divertimento) e Monica Silletti.

Le associazioni che hanno già partecipato alle scorse edizioni e con buone probabilità ci saranno anche questa volta sono: Emozioni Giocate Onlus – La Talpa, Associazione Insieme per caso, Insuperabili Academy Genova – Scuola Calcio ragazzi, Associazione Sindrome X-fragile, Divertime Sport Asd, C.a.r.e.s Onlus, la Sig.ra Nadia Superina (una mamma e organizzatrice del “Luna Park dei Disabili”), Fondazione Cepim onlus, Divertime, Omnibus Cooperativa Sociale, Philos.

L’appuntamento con #nonballodasolo è fissato per domenica 21 ottobre 2018 con ingresso a partire dalle ore 15:00 e fino alle 18:00. L’evento, per le esigenze dei partecipanti, è circoscritto ad un massimo di circa 120/130 persone complessivamente (tra ragazzi e accompagnatori).