Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Musica, ecco “Sòn Zeineze”, il primo singolo de “THeTestimoni”. La conversione dei foresti passa anche dall’hip hop

La web serie dedicata all'orgoglio della Parola di Genova sfonda le porte del "ghetto"

Genova. Se la missione è quella di professare il verbo dell’orgoglio genovese in un mondo di foresti, ogni mezzo è valido: questa è la mission di THeTestimoni, il progetto musicale spin-off della oramai celebre serie web dei Testimoni di Genova.

Guidati dalla regista Ila Scattina, autrice e regista, e in questo caso anche in veste di posh-sexy singer, nonchè capobanda, il gruppo sfonda le porte dell’hip hop, per rilanciare il messaggio di evangelizzazione dell’orgoglio zeneize.

Il brano esplora la quotidiana lotta del genovese per conquistare i suoi tesori, in una città, Genova, che non regala nulla, e che quando hai da comprare qualcosa “è tutto chiuso”. Una lotta che si tramuta in vero contrasto al “forestismo” a suon di slerfate in faccia e autolavaggi focaccia muniti.

La West Riviera e la East Riviera si uniscono per lo scopo, con tanto di saluti-pestello e gang da street fighters, per la supremazia territoriale dei pestoaddicted. L’arrangiamento del brano è stato realizzato da Teo Marchese. Regia e montaggio, invece, sono stati firmati da Ila Scattina, protagonista del video assieme agli altri Testimoni di Genova, Emilio Pastorino (anche operatore con Rocco Bergamelli) e Stefano Ulivieri.

Sempre più determinati, quindi, i ragazzi di Uncle Singer Production, una squadra capitanata da Ila Scattina, genovese doc che ha sfruttato il suo trasferimento in terra straniera, Bergamo, per radicalizzare la “Parola di Genova”. Un nuovo capitolo, quindi, che arricchisce una saga già virale in rete, ma non solo, che non si esaurisce certo qui…