Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Mobilità, 20 auto elettriche a disposizione per tre mesi di tutti i cittadini genovesi

Sono state fornite da Axpo Italia, ecco come funziona il servizio

Più informazioni su

Genova. Il gruppo Axpo Italia, attivo della vendita di soluzioni per l’energia e con sede a Sestri Ponente, ha deciso di mettere a disposizione per tre mesi, gratuitamente, per tutta la popolazione genovese, 20 auto elettriche per per agevolare la mobilità in città compromessa dal crollo di ponte Morandi. Il cfo di Axpo Italia è l’attuale assessore regionale allo Sviluppo economico Andrea Benveduti.

L’inaugurazione del servizio avverrà domani, sabato 27 ottobre alle 13.30 a porta Sibera, al porto antico, alla presenza dell’assessore alla Mobilità Stefano Balleari e nell’ambito del Festival della Scienza.

Il servizio di car sharing, in free floating, si avvarrà di punti di ricarica dedicati ai veicoli della flotta. Le auto sono gestite logisticamente, per la ricarica e per l’assistenza meccanica, da operatori formati dall’azienda.

Il circuito per le vetture andrà dall’area prossima alla stazione ferroviaria di piazza Principe, fino alla Val Polcevera e alla Val Bisagno, terminando nella zona della stazione ferroviaria Brignole in piazza Verdi. E’ possibile utilizzare il veicolo al di fuori del perimetro ma la corsa può chiudersi solo all’interno.

“Stiamo approfondendo opportunità differenti per offrire una gamma più ricca di soluzioni per la mobilità e favorire l’intermodalità degli spostamenti da e verso il Centro – riflette il vice sindaco e assessore alla Mobilità Stefano Balleari -. Questa sperimentazione innovativa e a costo zero è, quindi, benvenuta dall’Amministrazione civica”.

Il servizio potrà velocizzare gli spostamenti per brevi commissioni o per non ritardare ad appuntamenti importanti e può sensibilizzare i genovesi ad un uso sempre più consapevole dell’auto in ambito cittadino a beneficio di una riduzione del traffico cittadino e al rispetto dell’ambiente urbano.