Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Maltempo, su Genova e levante sarà allerta rossa dalle 6 alle 18 di lunedì: scuole chiuse

La protezione civile regionale ha disposto il nuovo avviso sulla base dell'ultimo bollettino meteo di Arpal.

Più informazioni su

Genova. Alle 15 l’allerta arancione diventa gialla, su Genova, fino a mezzanotte. Poi torna arancione – da mezzanotte alle 6 di domani lunedì 29 ottobre – e sale al massimo livello, allerta rossa per temporali e piogge diffuse, dalle 6 alle 18 di domani, poi ancora gialla, fino alle 23, sempre di lunedì.

La protezione civile regionale ha disposto il nuovo avviso sulla base dell’ultimo bollettino meteo di Arpal. L’allerta rossa viene diffusa in situazioni di grave pericolo: fenomeni ed effetti ingenti ed estesi.

A Genova, in caso di allerta rossa, le scuole di ogni ordine e grado sono chiuse. Chiusi anche gli impianti sportivi, i giardini e i cimiteri.

La situazione. Oggi temporanea attenuazione dei fenomeni su tutte le zone tranne per l’entroterra del levane, dove permane il transito di piogge significative. Dalla mezzanotte l’arrivo di un fronte temporalesco determina un’ulteriore intensificazione delle precipitazioni con fenomeni temporaleschi organizzati e persistenti. L’elevato grado di saturazione e la persistenza delle precipitazioni nelle zone del genovese, del savonese, e dei relativi entroterra, determina l’innalzamento del rischio di esondazione dei bacini dalle prime ore del mattino.

Durata straordinaria. L’evento meteo, dicono dalla protezione civile, e’ insolito per durata per la Liguria che solitamente viene interessata da fenomeni anche violenti, ma brevi. “Una perturbazione lunga tre giorni e’ atipica per la Liguria. L’ultimo caso e’ stato registrato nel 2009”, dicono i previsori di Arpal.

“Raccomandiamo la massima prudenza e invitiamo chi non ha stretta necessità di farlo a non muoversi. La giornata di domani sarà complessa, perché i bacini dei torrenti si sono alzati già molto”, spiega l’assessore regionale alla Protezione civile Giacomo Giampedrone.