Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ligorna da urlo: quattro reti per la vetta risultati

Biancoblù autorevoli a Borgosesia per una vittoria che vale il primato. Pari per Lavagnese e Sestri Levante

Può darsi che non sia nulla, ma il Ligorna con la terza vittoria in trasferta sale in testa alla classifica e lo fa con un risultato rotondo a Borgosesia con una gara di grande personalità che mostra non solo bel calcio, ma anche e soprattutto tanta determinazione. L’avvio non è dei migliori perché i piemontesi vanno in vantaggio al 23° con Castelletto che sfrutta una leggerezza difensiva dei genovesi e con un gran tiro la mette sul palo opposto eludendo il tentativo di intervento di Luppi.

Varie Sport 2015-2016

Il pari arriva grazie ad un’altra dormita difensiva, stavolta dei biancogranata che escono bene dall’area dopo un corner, ma Valenti si infila su una palla gettata in avanti da un compagno. La sfera arriva in area, i difensori piemontesi sono tutti fermi e allora per l’attaccante ligure è una passeggiata insaccare. Ma il Borgosesia c’è e reagisce e Castelletto si dimostra gran tiratore perché stavolta dal limite dell’area sinistro la mette sul palo destro. Nulla può fare Luppi.

I genovesi, però non mollano la presa e dimostrano di esserci sia mentalmente che tecnicamente. Al 38° Sangalli salva miracolosamente su Panepinto, ma nulla può sulla ribattuta di Miello che pareggia. Due minuti e gli ospiti passano in vantaggio: Menegazzo la mette tesa in area piccola, Sangallin non ci arriva, la sfera arriva sul secondo palo dov’è appostato Valenti che firma al doppietta preziosissima. Nel secondo tempo le cose si mettono presto bene per i biancoblù con Chiarabini che trova il gol del 2-4 al 50° su gran palla di Spera. È il gol che chiude i conti nonostante il Borgosesia ci provi soprattutto nel finale con molto orgoglio.

Ottima prestazione anche della Lavagnese che ferma la corsa del Lecco e consente ai cugini genovesi quindi di agganciare i lombardi in vetta alla graduatoria. Si è vista forse la migliora squadra fin qui fra quelle messe in campo da Tabbiani con un gioco fluido e senza timori. Vantaggio bianconero al 18° con Bonaventura che con un gran destro al volo manda a dormire Guadagnin. Poco dopo ci prova Purro, uno dei migliori, che calcia in corsa, ma il tiro viene mandato in corner. Il Lecco si scopre ed i levantini sfiorano nuovamente il raddoppio con Oneto che non devia di un soffio una gran palla di Bonaventura.

Nel secondo tempo il Lecco prova a spingere maggiormente, ma la Lavagnese non rinuncia ad attaccare come dimostra il botta e risposta fra Basso e Segato. Proteste vibranti dei liguri al 55° quando Di Pietro viene steso da Guadagnin, ma l’arbitro non vede. Paradossalmente sul ribaltamento di fronte il Lecco pareggia con Capogna che incoccia di testa un bel cross dalla fascia. Gli ospiti ci provano sfruttando l’onda emotiva, ma Caruso chiude la porta sia a Lella che a Draghetti entrato da poco e subito in evidenza. Finisce 1-1, risultato tutto sommato giusto.

Manca ancora la vittoria invece in casa Sestri Levante che comunque torna dalla difficile trasferta di Savona con un punto. Gli Striscioni erano e si confermano imbattuti. Ottimo l’approccio dei Corsari che finalmente festeggiano un Croci in palla e mirabolante al 10° quando con un sinistro da posizione molto defilata coglie di sorpresa Bellussi con un tiro a spiovere che il portiere può solo toccare, ma non deviare in modo decisivo.

Poco più tardi arriva anche una bella azione personale di Melli che prende palla dalla destra rientra secco e calcia col mancino: palla che sbatte sulla traversa e si impenna. Il pareggio savonese arriverà al 62° sugli sviluppi di un calcio d’angolo. Virdis ribadisce in porta una pala che Perra Sanchez non riesce a rinviare in tempo.

Nel prossimo turno la Lavagnese farà visita all’Arconatese, mentre i Corsari torneranno al “Sivori” per ospitare la Fezzanese che ha iniziato alla grande il campionato. Infine il Ligorna attende il Borgaro Nobis, al momento ultimo in classifica.