Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ilva di Cornigliano, la Fiom pronta a occupare la fabbrica: “Non firmeremo le lettere senza applicazione accordo di programma”

Ancora senza data il tavolo in Prefettura in fabbrica il clima si scalda

Più informazioni su

Genova. La Fiom di Genova è pronta a tornare in piazza o, addirittura, ad occupare l’Ilva di Cornigliano se a breve non verrà convocato in prefettura il tavolo per verificare l’applicazione dell’accordo di programma su Genova.

“In fabbrica il clima si sta scaldando – conferma il segretario genovese dei metalmeccanici della Cgil Bruno Manganaro – perché l’azienda ci ha fatto sapere che entro un paio di settimane cominceranno ad arrivare le lettere da Mittal in cui viene in sostanza chiesto a mille lavoratori di licenziarsi per essere poi riassunti. Ma questo non può avvenire senza una discussione su Genova, per questo come Fiom genovese a Roma non siamo andati”.

Una discussione che deve anche riguardare “i 474 lavoratori che non verranno riassunti da Mittal perché ancora non sappiamo quale sarà il loro futuro” dice Manganaro che ribadisce: “Senza un chiarimento anche degli aspetti normativi dell’accordo di programma non firmeremo nessuna conciliazione con Mittal. Per ora restiamo fermi e aspettiamo il tavolo, ma quando arriverà la prima lettera, se questi aspetti non saranno chiariti, noi torneremo a lottare”.