Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il maestro Rudic non stecca la prima: la Pro Recco passa a Bogliasco risultati

Indicazioni utili da ambo le parti in vista dei prossimi impegni

Bogliasco. Il maestro non stecca la prima: a Bogliasco la Pro Recco di mister Rudic vince 4 a 13 all’esordio in campionato.

BOGLIASCO BENE

Polo blu con stemma sul cuore, il tecnico croato deve rinunciare a Bodegas non al meglio. La sua squadra impiega due minuti e quindici secondi per passare in vantaggio: ci pensa capitan Ivovic, con l’uomo in più, a siglare la prima rete ufficiale della stagione biancoceleste. Di Fulvio raddoppia e Bijac fa buona guardia chiudendo imbattuto il primo parziale.

Si riparte e Ivovic spinge in rete una difettosa respinta della difesa avversaria, poi veste i panni del suggeritore per lo 0-4 di Bukic. Dall’altra parte Bijac fa capire perché è stato nominato migliore giocatore del mondo con una grande parata su Di Somma. Nulla può, invece, sul tiro ravvicinato di Guidaldi a 70 secondi dal cambio campo. Il tempo si chiude con la solita micidiale sassata di Mandic in superiorità che vale l’1-5.

Nel terzo quarto la fatica comincia a farsi sentire, le difese si allargano e diluviano gol: c’è la prima rete di Velotto e i biancocelesti scappano con le doppiette di Mandic e Di Fulvio, arricchite dalla marcatura di Echenique che sfrutta il lavoro gran lavoro al centro di Aicardi. Il numero 13 croato deve raccogliere il pallone in fondo al sacco tre volte: al suono della terza sirena i biancocelesti conducono 4-11.

Negli ultimi otto minuti Rudic manda in porta Tempesti che tiene inviolata la porta; Mandic e Di Fulvio, con quattro gol a testa, arrotondano e chiudono sul 4-13 la prima stagionale.

“C’era un po’ di emozione – ammette Ratko Rudic a fine partita -, ma è sempre così all’inizio di ogni competizione. Abbiamo fatto una buona gara in difesa, meno in attacco sbagliando troppe occasioni. Analizzeremo il match con i ragazzi, dalla partita ho tratto tante indicazioni utili per il nostro programma di lavoro”.

I bogliaschini bagnano il proprio battesimo del fuoco con un pesante passivo ma anche con una prova incoraggiante in vista del futuro.

“Aldilà del risultato, ovviamente mai in discussione, sono comunque contento per le indicazioni ricevute dai ragazzi – afferma Daniele Magalotti -. Abbiamo provato a giocare sempre nonostante l’avversario che avevamo di fronte fosse la squadra più forte del mondo, allenata dal tecnico più forte di sempre. Occorre migliorare un po’ di lucidità sull’uomo in più ma sostanzialmente sono contento dei miei ragazzi. Volevo dei dati per il futuro da una partita così e li ho ottenuti, sia in senso positivo che negativo. Ci sono stati errori a volte dati dalla fretta altre volte dalla stanchezza ma sono cose che ci stanno. Il nostro campionato ad ogni modo comincerà sabato”.

Il tabellino:
Bogliasco Bene – Pro Recco 4-13
(Parziali: 0-2, 1-3, 3-6, 0-2)
Bogliasco Bene: Prian, Ferrero, Di Somma 1, Guidi 1, Lanzoni, Ravina, Gambacorta, Monari, Fracas 1, Guidaldi 1, Puccio, Sadovyy, Di Donna. All. Magalotti.
Pro Recco: Tempesti, F. Di Fulvio 4, Mandic 4, Bukic 1, Molina Rios, Velotto 1, Aicardi, Echenique 1, Figari, Renzuto Iodice, Ivovic 2, N. Gitto, Bijac. All. Rudic.
Arbitri: Gomez e Nicolosi.
Note. Nessun giocatore uscito per limite di falli. Superiorità numeriche: Bogliasco 3 su 10, Pro Recco 4 su 9 più 1 rigore segnato.

rudic