Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Ligorna pareggia nel finale ed è sola in vetta. Ko Sestri Levante risultati

Rinviate ben quattro gare fra le quali Lavagnese - Inveruno. I genovesi creano tanto a Casale, ma alla fine è un 1-1 un po’ stretto. Male i Corsari

La settima giornata di campionato in Serie D ha risentito, similmente al resto delle squadre liguri dell’ondata di maltempo che ha imposto il rinvio di diverse gare fra le quali Savona-Lecco, Fezzanese-Bra e soprattutto Lavagnese-Inveruno. Quest’ultima si disputerà mercoledì 31 ottobre. 

Impegni in trasferta invece per Ligorna e Sestri Levante che quindi hanno potuto giocare entrambe in Piemonte. Appuntamento affascinante per i genovesi che erano di scena al “Palli” di Casale Monferrato, stadio storico per la Serie D, ma non solo. Gara difficile contro una squadra compatta e quadrata quella di mister Buglio che sa chiudersi e pungere. Alla fine ne scaturisce un pareggio che forse sta stretto ai liguri, ma che dimostra quanto sia “squadra” il Ligorna in questa parte di campionato. Settimo risultato utile di fila e ora la vetta è solitaria, un punto in più del Lecco, fermato come detto dalla pioggia a Savona.

I biancoblù sono compassati in avvio, controllano il gioco e paiono in grado di gestire anche se i nerostellati stanno bene in campo e concedono poco. Al 58° l’episodio che cambia tutto: Cardini se ne va sulla fascia e la mette al centro, ma la sfera sbatte sul braccio di Capotos. Per l’arbitro è rigore anche se probabilmente la decisione arbitrale è troppo severa visto che il braccio del difensore è attaccato al corpo e la distanza dall’avversario breve. In ogni caso il rigore si batte e lo tira Cappai che è freddo e fa 1-0. 

Il Ligorna dopo un primo tempo al trotto, si mette a galoppare e reagisce chiudendo i piemontesi nella loro metà campo finché, all’88° Miello salva capra e cavoli con un gran gol di testa in tuffo. Non basta perchè comunque i genovesi spingono come forsennati, sanno di poterla portare a casa, ma Spera e Gallotti non sono precisi e l’occasione sfuma. Pareggio che forse punisce i ragazzi di Monteforte “rei” di essersi svegliati tardi.

Trasferta infelice per il Sestri Levante che viene mandato al tappeto da tre gol della Pro Dronero squadra che sta attraversando un buon momento dopo un avvio difficile che l’aveva relegata alle zone basse della classifica. Proprio quelle zone in cui gravita ora la squadra di Celestini che forse si era illusa fosse tutto più semplice dopo la vittoria di sette giorni fa.

Invece la squadra cuneese ha giocato una bella partita imponendo da subito il proprio ritmo e il proprio gioco come evidenziano le occasioni che vengono collezionate da subito dai locali che sfiorano il gol già al 13° quando Confortini esce a vuoto, ma Spadafora da due passi grazia i Corsari. Dominano i padroni di casa che rischiano solo nell’occasione occorsa al 23° a Croci che da solo va di testa, ma manda fuori. 

La rete, meritata, giunge al 41° quando su calcio d’angolo Maglie è imperioso nello stacco (aiutato da una marcatura a dir poco passiva della difesa), impossibile l’intervento per Confortini. Bella la reazione levantina con Croci che calcia due volte da ottima posizione, ma entrambe le volte i difensori locali si immolano e salvano tutto. Il Sestri rientra nel secondo tempo molto aggressivo, ma si scopre troppo e rischia grosso al 55° su Spadafora che interviene in tuffo: para Confortini. 

Al 56° ci prova El Khayari che calcia a botta sicura, ma ancora una volta un difensore si frappone e manda out. È il miglior momento per i sestrini che spingono forte, ma sono poco reattivi in attacco e allora al 61° Sangare da sinistra la mette in mezzo ed è perfetta la girata di testa di Galfré che la mette sul palo lontano, ma anche in questa occasione la difesa rossoblù ha più di una responsabilità. Da qui il Sestri perde motivazione e lascia il pallino del gioco agli avversari che al 78° calano il tris con Sall che viene lanciato bene sulla sinistra, rientra sul destro, mette a sedere un avversario e la mette sotto l’incrocio sul primo palo. Gara chiusa e gioia giusta per i cuneesi, mentre la squadra di Celestini deve ricaricarsi e cercare di trovare un gioco che al momento, non c’è.

Detto del recupero di mercoledì per la Lavagnese ci sarà poi domenica la trasferta di Bra, mentre il Sestri Levante cercherà di rialzarsi al “Sivori” contro il Chieri. Per il Ligorna infine, la possibilità di restare imbattuti contro l’abbordabile Stresa.