Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dl Genova, in corso la discussione: il sostegno a porto e autotrasporto finisce nella manovra fiscale

Paita: "Vergognoso l'inserimento del condono per abusi di Ischia"

Più informazioni su

Genova. E’ cominciata questa mattina alla Camera la discussione su dl Genova. Il voto potrebbe arrivare già domani pomeriggio. In alternativa, per stringere i tempi e non rinviare a martedì, potrebbe essere fissata una seduta straordinaria per venerdì mattina.

La discussione di questa mattina a cui non ha partecipato il ministro alle Infrastrutture Danilo Toninelli provocando critiche dalle opposizioni.
“Il ministro Toninelli non ha ritenuto di partecipare alla discussione. Toninelli è l’emblema del dilettantismo di questo governo. Un governo semplicemente incapace di governare”. ha detto la deputata del Pd Raffaella Paita. Convinta che il provvedimento sia stato “il primo banco di prova di questo governo, più della manovra finanziaria”, Paita ha denunciato la “vergogna” del condono a Ischia citato nell’articolo 25 del decreto e modificato dei relatori. “Così è stata introdotta la più grande sanatoria sugli abusi, in un decreto che doveva essere su Genova. Per certi versi è un decreto mostrum ed è vuoto, perché le misure fiscali sul porto e l’autotrasporto sono state delegate al decreto fiscale”.

Infatti, come si è appreso questa mattina le misure a sostegno di porto e autotrasporto dopo il crollo di ponte Morandi sono state rinviate alla manovra fiscale: nella bozza di legge di bilancio datata 23 ottobre, 6 articoli sono dedicati alle “esigenze emergenziali”, dal terremoto dell’Emilia a quello del centro Italia, fino appunto a Genova. Per il capoluogo ligure sono stanziati 50 milioni l’anno per il 2019 e il 2020 per la proroga della Zona Franca Urbana, 80 milioni l’anno per il 2019 e il 2020 per ristoro delle maggiori spese affrontate dagli autotrasportatori, mentre altri 50 milioni l’anno per il 2019, 2020, 2021 e 2022 sono riconosciuti all’Autorità di sistema portuale del mar ligure occidentale. +

Critiche al governo sono arrivate anche da Fratelli d’Italia: “Facendo un decreto omnibus, non avete avuto né la forza né il coraggio di fare una legge speciale per Genova”. ha detto in aula il deputato di Fdi Alessio Butti, che ha poi contestato la struttura del provvedimento dicendo che è stato “stravolto” anche grazie al contributo delle opposizioni e ha concluso: “Questo non è il testo del vostro governo ma il testo emendato in Parlamento”, evidenziando le “tante manine, in questo caso positive – ha sottolineato – che sono intervenute per correggere le nefandezze prodotte dal governo”.