Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dal clima alla società e alla mente: i ‘cambiamenti’ al centro del Festival della scienza

Paese ospite: Israele. 266 appuntamenti, 20 mila studenti prenotati

Più informazioni su

Genova.  Da domani Genova si trasformerà per undici giorni nella ‘capitale’ europea della scienza attraverso 266 appuntamenti, 366 ospiti provenienti da tutto il mondo e 20 mila studenti già prenotati per la 16/ma edizione del Festival della Scienza in programma fino al 4 novembre. ‘

‘Cambiamenti’, è la parola chiave della nuova edizione raccontata oggi in anteprima dal presidente dell’associazione Marco Pallavicini, l’assessore comunale alla Cultura Barbara Grosso, gli assessori regionali Sonia Viale e Ilaria Cavo. Il Paese ospite di quest’anno è Israele e domani all’inaugurazione del Festival parteciperà l’ambasciatore di Israele in Italia Over Sachs.

Previsti anche 128 incontri, 82 laboratori, 28 mostre, 13 spettacoli e 15 eventi speciali che si terranno in varie location del centro città. Apriranno il festival la Fields Medal 2018, il matematico Alessio Figalli e la fisica Elisa Resconi, studiosa di neutrini e investigatrice dei messaggi nascosti nell’Universo. Torneranno il medico Roberto Burioni con Enrico Mentana, e Marica Branchesi, indicata dalla rivista americana ‘Time’ come una delle 100 persone più influenti al mondo.

“La scienza ci insegna che il cambiamento è inevitabile ma dipende anche dalle nostre scelte – ha detto nel suo intervento l’assessore comunale alla cultura Barbara Grosso – ci saranno 11 giorni per raccontare una scienza che deve essere comprensibile da tutti”. Per l’assessore regionale alla cultura e alla formazione Ilaria Cavo: “E’ molto importante l’attenzione che il Festival ha riservato ai giovani, non solo per la presenza delle scuole ma per la presenza di giovani protagonisti del mondo della scienza. Per la Regione che finanzia il festival sia come evento culturale sia come momento di orientamento, questa scelte è particolarmente significativa”.

Tra gli appuntamenti, uno viene ricordato dagli organizzatori come specificamente dedicato ai giovanissimi e di particolare attualità: quello sui cambiamenti della mente causati dal gioco d’azzardo. “Sarà un’opportunità importante – ha commentato l’assessore regionale alla sanità Sonia Viale – per spiegare ai giovani con basi scientifiche e statistiche il motto ‘il banco vince sempre’ perché è davvero così ma i ragazzi spesso non ne sono consapevoli”.