Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Crollo ponte Morandi, domattina via ai rientri: il maxi trasloco degli sfollati costerà circa un milione di euro

Il Comune ha disposto una variazione di bilancio ma i soldi dovrebbero rientrare grazie a un emendamento al decreto Genova

Genova. Tutto pronto per l’avvio dei rientri degli sfollati, il maxi trasloco comincerà domattina poco dopo le 8 a cominciare dagli edifici della zona rossa che si trovano più estremi rispetto al ponte Morandi.

Il rientro dei cittadini della zona rossa per riprendere le loro cose “e’ un’operazione delicata come quando si accompagnano le persone nelle zone terremotate”. Lo ha detto il commissario per l’emergenza e governatore Giovanni Toti rispondendo alle domande in Commissione Ambiente del Senato. “Abbiamo nominato una commissione tecnica per questo e le operazioni sono coordinate dai vigili del fuoco”, spiega. L’operazione ‘rientri’ costera’ in tutto circa un milione di euro.

Per coprire i costi dei rientri, che comprendono fra l’altro il pagamento dell’azienda che fornisce il personale e i mezzi dotati di piattaforme di elevazione per circa i 35 giorni complessivi, il magazzino dove gli sfollati potranno conservare e recuperare i loro averi, i furgoni, gli straordinari del personale di supporto, il comune di Genova ha già disposto una variazione di bilancio di 800 mila euro.

Ovviamente questi soldi dovrebbero rientrare, dopo che l’emendamento sarà approvato, coperti dalla protezione civile nazionale come richiesto dal commissario all’emergenza Giovanni Toti.