Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Congelato l’acquisto dei droni Piaggio, i sindacati al governo: “Serve una decisione, lavoratori non subiranno passivamente”

In stand-by una commessa da 766 milioni di euro

Più informazioni su

Genova. I sindacati metalmeccanici di Cgil, Cisl e Uil scrivono al ministro dello Sviluppo economico Luigi Di Maio e quello alla Difesa Elisabetta Trenta per battere il tempo e avere chiarimenti in merito al progetto di acquisto dei droni Piaggio.

Piaggio Aerospace, sotto la supervisione dell’aeronautica militare ha progettato una serie di velivoli a pilotaggio remoto, e il governo precedente, su impulso del segretario generale della Difesa, generale Carlo Magrassi, ne aveva ordinati 20 esemplari al costo di 766 milioni di euro. Di questo acquisto, però, si sono perse le tracce nel rinnovo di legislatura. In particolare è la componente pentastellata del governo ad aver deciso di mettere in stand-by le spese per approvvigionamenti militari.

Il progetto resta dunque nel cassetto e i sindacati evidenziano al governo come “il protrarsi della situazione di incertezza legata all’iter che riguarda il decreto ministeriale di approvazione del programma pluriennale di A/R SMD 04/2017 rischi di diventare elemento devastante per tutta la Regione Liguria essendo lo stabilimento dislocato su due unità produttive”.

“Non possiamo – si legge nel comunicato – permetterci di rischiare nulla in un’azienda come Piaggio Aerospace che conta 1200 dipendenti e ha un know how unico nel nostro paese. È necessaria una decisione e una soluzione per evitare l’ennesimo dramma in una Regione duramente colpita dai recenti accadimenti. I lavoratori non subiranno passivamente decisioni che dovessero minare pesantemente il loro futuro”.