Quantcast
Ardito

Chef genovese in finale al “Gelato d’oro”

Marco Isola, del Marin del Porto Antico, ha stupito tutti con lo spaghettino bottarga, kumquat e karkadè

gelato marco visciola, spaghettino bottarga, kumquat e karkadé

Genova. Un abbinamento ardito che ha conquistato la giuria. C’è anche uno chef di un ristorante genovese, Marco Isola, del Marin del Porto Antico, tra i 12 finalisti del concorso Sigep Gelato d’Oro previsto dal 19-23 gennaio alla Fiera di Rimini. Il vincitore entrerà a far parte del team che rappresenterà l’Italia alla IX edizione della Coppa del Mondo di Gelateria nel 2020.

“Spaghettino bottarga, kumquat e karkadè” il nome del piatto presentato per la competizione e che ha ricevuto molti complimenti dalla giuria per l’abbinamento con la pasta che è risultato “ben bilanciato con il gelato perfettamente contestualizzato”.

La gara si è svolta il 22 ottobre scorso nella sede della Carpigiani Gelato University di Anzola Emilia, la scuola internazionale di gelateria con 14 campus nel mondo.

La giuria che ha valutato i 30 chef era composta, tra gli altri, anche da Davide Oldani, chef del ristorante D’O di Cornaredo (1 stella Michelin) e Giancarlo Timballo, presidente della Coppa del Mondo di Gelateria, oltre che giornalisti specializzati e vincitori delle precedenti edizioni dei campionati del mondo di gelateria.