Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Allerta rossa, il mare fa paura: attese onde di 8 metri, massima attenzione fino a domattina

Anche le piogge e, soprattutto, il vento stanno complicando la situazione meteo della Liguria. Ad Albisola la morte di una donna colpita dal crollo di un cornicione

Genova. “Una donna è morta ad Albisola, nel savonese, investita da un cornicione che si è staccato durante una delle raffiche di vento più forti, questo ci porta a esprimere cordoglio per la famiglia ma anche a ricordare che davvero, in una situazione come quella che sta interessando la nostra regione, bisogna mettersi al riparo ed evitare di uscire di casa, se non strettamente necessario”. Così il presidente della Regione Liguria Giovanni Toti durante il punto stampa di protezione civile di questa sera nella sede di Arpal.

Dopo le precipitazioni che si sono susseguite per tutta la notte e per la giornata, e dopo un parziale rientro dei timori di esondazioni – l’allarme relativo all’Entella è stato declassato – ora a fare davvero paura è il mare, che già ha iniziato a provocare danni, sulla costa di ponente e quella di levante.

Le onde potrebbero superare gli 8 metri, con un’intensità e una forza che ricorderanno la mareggiata del 2000, se non mareggiate più lontane nel tempo, questo ci preoccupa moltissimo dal punto di vista meteorologico e della protezione civile”, continua Toti, supportato da Elisabetta Trovatore, direttrice del Centro Funzionale Meteo-Idrologico dell’Arpal. “La mareggiata purtroppo è in ulteriore aumento e lo sarà fino alle prime ore di domani mattina, oltre all’altezza possiamo osservare un periodo d’onda lungo, sugli 11 secondi, questo significa che le onde sono particolarmente energetiche“.

Preoccupazione anche per il vento, che oggi ha toccato punte di 180 chilometri orari sui crinali, e superato i 100 sulla costa.

“Ma non è finita, se domani potremo avere una parziale attenuazione dei fenomeni – dice l’assessore alla Protezione civile Giacomo Giampedrone – mercoledì è attesa una nuova perturbazione “di rientro”, meno intensa, ma che dovremo monitorare con attenzione”. Da domani la Regione Liguria inizierà con la computa dei danni speditivi.

L’allerta rosso resta in vigore, per il territorio di Genova, per il suo entroterra e per la costa fino a Portofino, fino alle 24 di oggi, poi diventa arancione fino alle 6 di domattina, per diventare gialla fino alle 18 di domani. Sulla Val d’Aveto e sullo Spezzino sarà prorogata rispettivamente fino alle 6 e alle 15 di domani.