Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ricostruzione ponte su Polcevera, la parola dell’esperto: “Meglio l’acciaio per una costruzione efficiente e a basso impatto”

Il punto di vista di Pierangelo Pistoletti, uno dei maggiori esperti per i ponti in acciaio

Genova. Ricostruire il ponte in un anno? si può fare. A dirlo Pierangelo Pistoletti, ingegnere progettista di ponti in acciaio, tra i massimi esperti in materia.

Crollo ponte Morandi, the day after

“Auspico che il nuovo ponte sia d’acciaio, perché questo è un materiale omogeneo, ad alto resistenziale, facilmente componibile in sezioni molteplici attraverso saldature – ha detto a margine del seminario dell’ordine degli ingegneri di Genova “Ponte Morandi…Venti giorni dopo” – secondo la “tradizione” in materia, tutti i dettagli costruttivi sono concepiti per essere sempre ispezionabili, mantenibili, riparabili”.

Un quindi, funzionale e resistente: “Dal mio punto di vista, è inutile in questo caso scegliere delle soluzioni belle, anche perché il bello poi soggettivo – ha sottolineato – ma che pososno avere un forte impatto, un ponte più si defila meglio è”.

Per quanto riguarda il progetto, secondo Pistoletti, sarebbe utile partire dalle caratteristiche già presenti in loco: “Bisogna valutare le vecchie pile dove sono state costruite e cercare di “rispettarle” per evitare di aggiungere nuovi disagi”.

La tempistica, inoltre, può essere rapida:”Si può fare presto, anche entro un anno con unità costruttive presenti anche in Italia, senza necessità di cercarle altrove”.