Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Presentato il 58° Salone Nautico, Demaria: “Nessun espositore ha rinunciato dopo il crollo del Ponte Morandi”

L'edizione di quest'anno sarà doppiamente importante. Si lavora a pieno ritmo dopo la tragedia del ponte Morandi, alcuni espositori hanno anticipato le operazioni di allestimento

Genova. Il Salone Nautico sarà la prima vetrina internazionale per la città, dopo la tragedia di ponte Morandi, ad accogliere visitatori e operatori da tutto il mondo. Stamattina la presentazione a Milano, oggi pomeriggio a Genova. La macchina – si legge in una nota – lavora a pieno ritmo consapevole delle aspettative che la città di Genova nutre, ancora di più, sull’evento che si terrà in città dal 20 al 25 settembre. Carla Demaria, presidente di Ucina Confindustria Nautica è sicura: “Genova con il Salone Nautico avrà un banco di prova importante e saprà mostrarsi anche per la sua bellezza. Non ci sono opzioni. Sarà il Salone Nautico più bello di sempre. Il Salone Nautico sente forte la responsabilità di provare che Genova è in grado di reagire con tutte le sue energie alla tragedia che l’ha colpita. Abbiamo lavorato moltissimo, in rispettoso silenzio, perché abbiamo sentito fortissima la responsabilità, duplice, verso le aziende del nostro settore e verso la città che lo ospita. Nessun espositore ha rinunciato a partecipare dopo il crollo del Ponte Morandi, anzi, hanno dato disponibilità per anticipare l’allestimento”.

salone nautico

Il sindaco Marco Bucci ripete ormai come un mantra il fatto che “la tragedia di ponte Morandi non può fermare il percorso di crescita della città. Mi aspetto un grande Salone con più espositori e visitatori del 2017. Genova saprà dare contributi di arte, tempo libero, eventi di alto livello ancora più dello scorso anno. Per quanto riguarda la viabilità, stiamo lavorando per avere una strada in più già prima del Salone. A oggi, la viabilità sta funzionando e sono certo che per il Salone non ci saranno problemi di mobilità”.

“Il dato positivo – aggiunge Giovanni Toti, presidente della Regione Liguria – che emerge oggi è la volontà di restare uniti e di unire. Questo è il messaggio che è arrivato in questi giorni e che arriverà durante le giornate del Salone Nautico. Ho trovato uno spirito e una tenacia che lo contraddistinguono da 58 edizioni. In 58 anni abbiamo vissuti momenti difficili, alcuni dei quali hanno aperto le pagine più belle del nostro Paese. Sarà un ottimo Salone e un’occasione per vedere una bella città e un’Italia che rinasce da un evento difficile. Quest’anno visitare il Salone Nautico sarà anche un segnale di cittadinanza attiva: saranno in tanti a venire al Salone e saranno in tanti ad ammirare le bellezze di Genova e la capacità di fare sistema e fare comunità per progettare insieme il futuro. Esattamente quello che abbiamo fatto in questi anni con il Salone Nautico”.

Entrando maggiormente nel merito del settore, Edoardo Rixi, sottosegretario del ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, dichiara: “Oggi tra governo e Ucina esiste un percorso già avviato per andare a rivedere quelle norme e quei punti che non sono stati risolti in passato con l’obiettivo di consolidare la crescita del settore. In occasione del Salone Nautico, dobbiamo dare un segnale forte di ciò che sa fare il sistema Paese e cosa sa fare l’industria della nautica da diporto. Dal mare può nascere ricchezza: dallo sviluppo del settore della nautica possono nascere posti di lavoro e risorse per il Paese. Oggi, in occasione della conferenza stampa del 58° Salone Nautico, diciamo con forza che la nautica vuole tornare a essere leader a livello europeo e a livello mondiale”.

Il 58° Salone Nautico si inserisce in un contesto economico mondiale, europeo e italiano che si conferma positivo. Un trend di crescita consolidato per l’industria della nautica in Italia con un incremento del fatturato complessivo ancora una volta a due cifre. Come di consueto i dati del comparto sono contenuti nell’edizione de La Nautica in Cifre, realizzata dall’Ufficio Studi di Ucina Confindustria Nautica, in partnership con Fondazione Edison ed Assilea, con il patrocinio del ministero delle Infrastrutture e dei trasporti, che sarà divulgata il prossimo 20 settembre.

Il mercato interno continua a crescere (+15,4%), trainato anche dal settore del leasing che ha registrato un +58% di stipulato nel 2017. Nei primi 5 mesi del 2018, il leasing ha registrato un +29% in valore rispetto allo stesso periodo dell’anno precedente.

La totalità degli espositori della scorsa edizione ha confermato la loro partecipazione. Il dato sale a 948, pari a un +7,2% di crescita rispetto al 2017. Sono 62 le nuove partecipazioni, di cui 58% dall’estero. Un’edizione che è stata sviluppata valorizzando l’identità di ogni segmento rappresentato, rafforzando sempre più la natura multispecialista dell’evento Salone che diventa un contenitore di 4 saloni specializzati.

Alessandro Campagna, direttore commerciale Salone Nautico, spiega come si sta evolvendo la manifestazione: “Da contenuto a contenitore di quattro Saloni specializzati: accessori e componenti (area tech trade: 12.000mq e un incremento del 16,8% di espositori), fuoribordo (+23% su 22.000mq di piano espositivo e 24.000mq di specchio acqueo), vela (cresce la dimensione media delle imbarcazioni esposte su 16.000mq di piano espositivo e 18.000mq di specchio acqueo), yacht & superyacht (+13%, 46 imbarcazioni in più su 21.000mq di piano espositivo e 62.000mq di specchio acqueo)”.

Ammiraglie del Salone saranno, per la vela, il Mylius 80′ e, per il motore, il nuovo 48 metri T-Line dello storico cantiere Baglietto.