Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Masone e Mura Angeli partono subito alla grande risultati fotogallery

Le due compagini dell'entroterra non fanno sconti ed esordiscono con i fuochi d'artificio. Vincono anche San Desiderio e Bolzanetese

Tempo di iniziare il campionato anche in Seconda categoria girone D, che si prospetta ricco e molto interessante. Chi ben comincia è a metà dell’opera si dice. In questo caso il Masone è ben oltre perché ad Arenzano contro il Libraccio, cala una manita che tanto fa ben sperare i valligiani, quanto deve far riflettere i rivieraschi.

L’equilibrio fra le due squadre perdura per mezzora durante la quale sono i padroni di casa a creare le migliori occasioni con una parata decisiva di Macciò su punizione e un palo colpito dagli arenzanesi. Al 32°, però sono gli ospiti che alla prima occasione vera passano: punizione di Pastorino e colpo di testa di Lorenzo Macciò che supera Debandi. 

Da qui in poi il Masone è tambureggiante. Al 42° raddoppio su calcio di rigore di Mirko Pastorino, tre minuti dopo tocca all’altro Pastorino, Andrea calare il tris. 

Si va alla ripresa, ma il letimotiv non cambia perché la gara, già virtualmente chiusa vede il Masone allungare ancora con un gran gol di Rotunno che al volo batte Debandi. Al 75° poi arriva il pokerissimo su calcio di rigore di Fidaleo. Libraccio non tutto da buttare, ma certamente la fase difensiva sarà da rivedere in settimana.

Buon esordio anche per la Bolzanetese che supera in casa l’Olimpia grazie a un gol di Semino che riceve un’ottima sponda di testa da Pascale e da due passi incorna alle spalle di Penchi. Tre punti subito anche per il Mura Angeli che vince in maniera autorevole sul la Rossiglionese, apparso sottotono e poco organizzato nella sua prima uscita stagionale. Risultato che si sblocca subito al 14° con un gran pallonetto di Fagiana che sigla l’1-0 per il Mura Angeli.

Dieci minuti dopo il raddoppio di Cepollina manda in estasi i tifosi locali che pregustano una facile vittoria. Invece passati due minuti Pozzuolo nel tentativo di anticipare di testa l’avversario, beffa il proprio portiere e permette alla Rossiglionese di tornare in gara. Il gol rilancia i bianconeri che sfruttano il momento favorevole ed al 31° pareggiano con una conclusione di Coccia. Il primo tempio è scoppiettante perchè il Mura si riorganizza in fretta e riesce tornare davanti poco prima della pausa grazie alla doppietta di Fagiana che svetta di testa in area. Protestano i rossiglionesi che sostengono che la sfera non sia entrata completamente, ma per l’arbitro è gol. 

Nel secondo tempo il Mura rallenta i ritmi e chiude gli spazi. Le difese sono più attente e la Rossiglionese non trova varchi e si espone soprattutto nel finale lasciando spazi aperti al contropiede dei locali che al 90° spengono le residue speranze dei bianconeri con la conclusione vincente ancora di Cepollina per il definitivo 4-2.

Buona la prima anche per il San Desiderio a cui basta la zampata di Veroni su assit di Caraglio per prevalere sull’Atletico Quarto.

Tre i pareggi di giornata. Reti bianche a Mele fra i gialloblù e il Campo Ligure con la gara che si anima nel secondo tempo con i padroni di casa che restano in dieci per il rosso a Pedemonte, ma creano le migliori occasioni con Sangineto e Tamai che trovano tutti e due una grande risposta di Branda.

Gara equilibrata tra Campi e Old Boys Rensen. Dopo una prima frazione senza particolari emozioni, il Campi resta in dieci a inizio ripresa per il rosso preso da Papillo. Ciò nonostante i padroni di casa fanno la partita e pressano forte finché un goffo intervento di Lupi beffa Bruzzone che subisce l’autogol del compagno di squadra. Al 75° il Campi ha la possibilità per raddoppiare e chiudere la gara virtualmente, ma Di Giorgio entrato nella ripresa si fa ipnotizzare dall’estremo arancionero che para e tiene a galla i suoi. Così proprio al 90° Bianchi inventa per Damonte Moizo che viene pescato in area tutto solo e non sbaglia infilando Antonelli per il gol che vale il primo punto in campionato. 

Chiudono in parità anche Carignano e Pontecarrega che si lanciano botta e risposta per due volte con Salvini e Arvieri protagonisti. Così le due squadre finiscono uscendo dal campo al 90° con un punteggio che va bene a tutti e nessuno. Ospiti avanti al 22° con Salvini, ma al 38° Arvieri pareggia la prima volta. Nella ripresa ancora Salvini, su punizione stavolta rimette avanti i biancorossi, ma nuovamente è Arvieri che imita il collega con altra maglia firmando la doppietta personale del definitivo 2-2.