Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ilva di Cornigliano, lunedì tavolo in Regione sui lavori di pubblica utilità. La Fiom: “La partita si vince ai supplementari”

A Genova oggi parte il referendum: domani sera i risultati

Più informazioni su

Genova. In attesa della convocazione a Roma dei firmatari dell’accordo di programma di Genova che dovrà arrivare entro la fine del mese, la Regione Liguria ha convocato lunedì 17 settembre alle 16.30 sindacati, Comune di Genova, Città metropolitana e Confindustria per sollecitare unitariamente il tavolo, visto che i lavori di pubblica utilità con cui i dipendenti dello stabilimento Ilva di Cornigliano integrano la cassa integrazione scadono il 30 settembre e saranno proprio uno dei punti in discussione del tavolo romano.

In quella sede di fatto dovrà essere confermato l’accordo del 2005 che garantiva per i dipendenti dello stabilimento di Cornigliano livelli occupazionali e salari in cambio della chiusura degli impianti a caldo.

Intanto questa mattina di fronte a circa 700 lavoratori si è tenuta la prima delle assemblee nello stabilimento genovese: “I lavoratori hanno capito – ha spiegato al termine dell’assemblea il segretario genovese della Fiom Bruno Manganaro – che la partita su Genova si vince o si perde ai tempi supplementari perché quell’accordo dovrà essere tradotto in fatti concreti”.

Intanto questo momento anche a Genova si sono aperti i seggi per il referendum: i 1474 lavoratori genovesi dovranno dire sì o no all’accordo firmato al Mise la scorsa settimana. Nello stabilimento di Cornigliano si voterà fino a domani pomeriggio: domani sera si dovrebbe conoscere il risultato, in attesa appunto del tavolo romano in seguito al quale la casella ‘bianca’ rispetto al numero degli occupati di Genova dovrà essere riempita con un numero.