Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Ligorna vola, la Lavagnese muove la classifica, Sestri Levante fermo al palo risultati

Dopo due giornate i biancoblù si delineano come la compagine genovese più in forma, mentre i Corsari steccano anche la prima sul nuovo terreno del Sivori e la settimana prossima è derby con la Lavagnese

Inizio di stagione ideale per il Ligorna che trova la seconda vittoria in altrettante partite giocate “bagnando” così in maniera positiva anche la prima uscita sul campo di casa. A Genova arriva il Chieri, squadra quadrata che da tempo gioca un ruolo di primo piano in Serie D sfornando molti giovani talenti.

Varie Sport

Cliente difficile quindi per i biancoblù che però non si fanno intimorire e regalano una prestazione di alto livello fatta di molta attenzione e concentrazione similmente alla prima uscita di Bra. Avvio lento e compassato per entrambe le compagini con il primo lampo che è un tiro di Lazzaro che trova pronto Luppi intorno al 25°. Piemontesi che fanno la gara, liguri che controllano senza rischiare, puntando anche sulle ripartenze.

Alla prima folata offensiva il Ligorna passa in vantaggio con una bella azione che conduce Menegazzo ad intervenire in area su un cross basso di Spera. Tap-in vincente che cambia il parziale ad un minuto dall’intervallo. Nel secondo tempo la gara è senza dubbio più viva con gli ospiti che spingono forte, ma non trovano varchi utili ed anzi lasciano il fianco ai contropiedi ligornesi.

Ci provano prima Spera, poi Pane di testa, ma entrambi senza fortuna. I minuti passano comunque ed il Chieri pare poco lucido soprattutto negli ultimi 20 metri. All’80° allora arriva il gol della sicurezza: Valenti si veste da assist-man e pesca l’accorrente Lala in area di rigore. Colpo di testa preciso che non lascia scampo a Benini ed è 2-0. A questo punto arriva l’errore genovese, con i ragazzi di Monteforte che pensano di avere i tre punti in tasca, ma vengono subito riportati sulla terra perché passano due minuti e Gasparri riapre i giochi. La rete risveglia i biancoblù che ricostruiscono le difese e riescono a condurre in porto una partita importante.

Primo punto della stagione per la Lavagnese invece che a Stresa strappa un pareggio importante soprattutto per muovere la classifica anche se sicuramente brucia visto che i lagunari acciuffano il pari solo nei minuti di recupero. Prima parte di gara bella con le squadre che viaggiano su buoni ritmi, ma è la Lavagnese a sfiorare il gol con Oneto che conclude dal limite trovando una risposta incerta, ma efficace di Boari, portiere locale. 

Fonjock più tardi interviene su un corner dalla sinistra, ma il suo tiro si stampa sul palo. Poco più tardi si vedono i padroni di casa che non sfruttano un errore di rinvio di Caruso che regala palla ai piemontesi con un tiro che esce ampiamente. Poi ancora Saccà imbeccato da Fonjock calcia basso e teso dalla destra sfiorando il palo lontano.

Si rientra in campo per la ripresa con tanto agonismo, ma almeno venti minuti di molto gioco in mezzo al campo e portieri poco impegnati. Al 70° si vedono i lagunari con Bernabino che interviene di testa in area, Caruso devia di riflesso. Meglio i biancoblù in questa fase con l’estremo difensore ligure decisivo nel preservare la porta inviolata su almeno altre tre conclusioni importanti. Passato il pericolo, all’85° la Lavagnese segna: azione insistita sulla destra fra Bonaventura e Saccà con quest’ultimo che la mette in mezzo per Oneto che anticipa tutti e in torsione la manda sul palo opposto di testa. Gran gol e vantaggio bianconero.

Si tratta, però di un’illusione perché i locali sanno di poter far male e si gettano in avanti schiacciando in area i liguri finché al 96° dopo ben tre corner di fila Diaw risolve una mischia dopo che un compagno aveva calciato a botta sicura colpendo il palo. 

In difficoltà invece il Sestri Levante che trova la seconda sconfitta consecutiva contro il Borgosesia fra le mura amiche del “nuovo Sivori” in una partita il cui risultato più giusto sarebbe stato probabilmente il pareggio. Decisiva la zampata di Pedrabissi al 74° che decide la gara in favore dei piemontesi i quali ora salgono a 4 punti lasciando i Corsari fermi al palo. Nel prossimo turno è già tempo di derby perché proprio i sestrini faranno visita ai cugini di Lavagna per una partita che può essere considerata importante per dare una spinta alla stagione di entrambe. Il Ligorna invece sarà chiamato alla prima trasferta lombarda ad Inveruno.