Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Avvio lanciato per San Cipriano e Ruentes. Pari all’esordio per il San Bernardino risultati fotogallery

Prima giornata contraddistinta da tante vittorie esterne sulle quali spiccano quelle larghe dei biancoazzurri e dei rapallesi

Settimana importante per i campionati dilettantistici con l’inizio di tutte le competizioni fino alla terza categoria. Nel girone C di Prima categoria, esordiva il San Bernardino autore l’anno scorso di una cavalcata memorabile in seconda. Tanti i cambiamenti in organico con alcuni degli autori della grande impresa che hanno salutato e si sono accasati altrove. L’avvio è stato complicato contro lo Sciarborasca che invece ben conosce la categoria. Vantaggio gialloblù quindi che arriva al 26° con Angella subito a segno all’esordio. I neroverdi invece faticano a trovare la porta perciò si erge ad eroe di giornata Barbé che stacca imperioso di testa e trova nel secondo tempo il gol dell’1-1.

Inizio di forza della Sampierdarenese che a Prato passa con due reti, ma deve già accusare la squalifica di Beccaris, espulso nel finale. La gara è bloccata nel primo tempo, ed è Messina che trova il varco in avvio di ripresa per lo 0-1. Il Prato cerca di reagire, ma si trova di fronte una difesa ben organizzata anche se forse troppo irruenta. I lupi poi chiudono i conti all’87° con Testore che sfrutta soprattutto la stanchezza della retroguardia rossonera.

Vittoria in trasferta anche per il Rapallo Ruentes che espugna Pieve Ligure con un netto 0-3. La sblocca Grilli al 37° mettendo le cose in discesa per i bianconeri che nel secondo tempo poi chiudono la partita grazie alla doppietta di Olmo che va a segno due volte in tre minuti fra il 68°e il 71°. Chiara la vittoria anche del San Cipriano che esordisce calando un poker pesante al Borgo Incrociati. La partita fatica a decollare, ma quando si sblocca al 38° con il pallonetto di Bottino, il San Cipriano prende presto le redini della contesa.

Al 46° arriva il raddoppio di Ghiglino che mette in sicurezza il parziale. Nel secondo tempo Mattiucci firma il terzo gol e Siani poco dopo l’ora di gioco trasforma un calcio di rigore che sostanzialmente mette i titoli di coda a una partita che il Borgo Incrociati si è lasciata sfuggire molto presto. 

Finisce in parità invece l’incontro fra il Vecchio Castagna ed il Nuova Oregina con gli ospiti che recriminano molto con sé stessi per avere gettato tre punti che dopo 45’ sembravano in tasca. Nonostante l’ingenua espulsione che rimedia Sassarini (due gialli in appena venticinque minuti non è proprio l’avvio di stagione ideale), gli ospiti vanno in vantaggio con un colpo di testa di Parodi appena tre minuti più tardi. 

Altri quattro minuti e la disorganizzazione e il caos si palesano nel Vecchio Castagna che lascia spazio e tempo a Bellantone di tirare dal limite dell’area: palla che sibila alle spalle di Nicoletti per un incredibile 0-2. I gialloblù faticano nel primo tempo anche se sfiorano il pareggio su punizione di Goglia che si stampa sul palo.

Nella ripresa con l’uomo in più i padroni di casa entrano in campo decisi a rimontare e iniziano bene perché dopo meno di dieci minuti si guadagnano un rigore che Miggiano trasforma. I minuti passano e ancora Goglia si fa vedere con un tiro a botta sicura che Amenduni respinge. Nulla può, però quando viene assegnato il secondo tiro dal dischetto della giornata al Vecchio Castagna. Stavolta calcia Iencinella che non sbaglia e fa 2-2 che sarà il punteggio finale.

Giornata spezzata a metà con alcune gare che si giocavano nel pomeriggio. Fra queste la scoppiettante Caperanese – Via dell’Acciaio che si anima al 24° quando Traversaro deve battere due volte il calcio di rigore assegnato ai chiavaresi che passano in vantaggio. Dieci minuti dopo Turcato riceve in area del Via dell’Acciaio, elude l’intervento del difensore e la piazza in diagonale per il raddoppio verdeblù. Poco prima della pause, però Chiarabini sigla l’importantissimo gol del 2-1 che consente agli ospiti di restare a contatto.

In avvio di ripresa tegola per mister Pecoraro che si vede espellere Colella ingenuo nel beccarsi due gialli. La Caperanese riprende in mano il gioco forte dell’uomo in più e al 65° allunga ancora, stavolta con Musico che esordisce subito con gol. Il Via dell’Acciaio non ha più nulla da perdere e si getta avanti alla ricerca del pareggio. De Vincenzo ridà speranze ai suoi, ma sono speranze vane. Il punteggio resta sul 3-2 regalando i primi tre punti alla Caperanese.

Basta una rete alla Vecchiaudace Campomorone invece per espugnare Campo Ligure. A segnarla è Perfumo che su calcio di punizione beffa Piovesan, anche grazie ad una deviazione della barriera che manda fuori tempo il numero uno campese e si insacca. Nel secondo tempo la Campese è più propositiva, ma crea pochi problemi alla difesa ospite se si eccettua il palo colpito da Macciò al 72°. Finisce 0-1 con una vittoria all’esordio per i campomoronesi.

Finisce senza reti Bogliasco – Calvarese che si dividono la posta in palio.