Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Rowing Club Genovese per la prima volta sul tetto del mondo con Alessandro Calder

Ha primeggiato tra gli Junior nel 4+ maschile

Genova. Una domenica da incorniciare nella storia del Rowing Club Genovese, domenica 12 agosto, che ha visto Alessandro Calder, al timone del 4+ Junior maschile assieme ai compagni Leonardo Apuzzo, Aniello Sabbatino, Davide Verità e Federico Dini sul tetto del mondo.

L’Italia parte lenta in una gara che nella prima parte è dominata dagli Stati Uniti, inseguita da Repubblica Ceca e Australia. Ai 500 metri l’Italia transita quarta, a 3″33 dagli Stati Uniti che continuano a condurre la regata con buon piglio. Nel secondo quarto di gara gli azzurri provano a rientrare nelle posizioni di testa e risucchiano l’Australia, che nel frattempo comincia a perdere terreno. A metà gara sono sempre gli Stati Uniti al comando, ma la barca azzurra è già seconda a 2″30 con una punta di vantaggio sulla Repubblica Ceca, con l’Australia più staccata ma sempre pericolosa. E’ bella la barca azzurra che continua con il suo ritmo in progressione e recupera ancora spazio sui battistrada (1″71 il distacco ai 1500), mentre per il terzo posto l’Australia supera la Repubblica Ceca e si lancia all’inseguimento. Finale thrilling con l’Italia che attacca furiosamente la barca statunitense che appare ormai provata e a 250 metri dal traguardo piazza un rush irresistibile che fiacca la resistenza degli Stati Uniti che devono far ricorso a tutte le forze residue per difendere l’argento dall’Australia. Italia campione del mondo.

La classifica: 1. Italia (Aniello Sabbatino-CN Stabia, Davide Verità-SC Monate, Federico Dini-SC Firenze, Leonardo Apuzzo-CN Stabia, Alessandro Calder-timoniere-Rowing Club Genovese) 6.17.49, 2. Stati Uniti 6.19.98, 3. Australia 6.22.29, 4. Germania 6.26.05, 5. Spagna 6.28.18, 6. Repubblica Ceca 6.28.79.

Per quanto riguarda il settore femminile, un po’ più amaro rimane il mondiale di Maria Ludovica Costa che dopo l’argento ai campionati europei non riesce a centrare la finale A nel 2x Junior femminile con Ilaria Corazza. Una finale B che non esprimeva tutte le loro potenzialità ma siamo certi che queste ragazze abbiano dato il massimo, per cui auguriamo loro di non mollare e continuare con la determinazione che hanno sempre dimostrato.

Per Lucia Rebuffo e Giada Danovaro, entrambe sull’8+ Junior femminile, prima esperienza mondiale, chiudono in quinta posizione con una gara che le vede confrontarsi con avversarie di alto livello come la padrona di casa, Repubblica Ceca che si aggiudica la regata. Sicuramente un’esperienza di grande stimolo per queste ragazze che hanno ancora un grande margine di crescita.

“Siamo una società in fase di crescita – dicono i dirigenti del Rowing Club Genovese – che visti i risultati fa sicuramente ben sperare. Un ringraziamento speciale agli allenatori dei ragazzi Giulio Basso e Stefano Bersani che hanno permesso ai nostri beniamini di raggiungere tali risultati. Ora ancora qualche giorno di vacanza per poi rincominciare alla grande con gli allenamenti in vista degli ultimi appuntamenti di quest’anno”.