Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Ponte Morandi, riprofilata la zona rossa ovest per far ripartire le aziende

Si passa da 110 metri a 67,5 di distanza dai monconi

Genova. Una nuova profilatura della zona rossa attorno a ciò che resta di ponte Morandi per consentire ai dipendenti di alcune aziende, in particolare quelli della palazzina uffici di Ansaldo Energia, di ritornare al più presto al lavoro.

Lo stabilisce un’ordinanza del sindaco firmata ieri sera. Il documento richiama l’ordinanza sindacale del 14 agosto ma stabilisce, per l’area sotto il troncone ovest, un nuovo limite di sicurezza: in base alle analisi di periti nominati dal Comune, la società Siag, si passa da 110 metri a 67,5 e quindi il cosiddetto Edificio 1 di Ansaldo torna a essere agibile.

Nell’ordinanza viene anche indicata la necessità di installare una speciale protezione di sicurezza tramite pannellature e viene revocato il divieto di circolazione veicolare e pedonale in corso Persone tra via Borzoli e il cancello di Ansaldo Energia (resta istituito il divieto tra il civico 71 e la rotonda di via Perini).

Lo stesso documento conferma tutte le altre misure di sicurezza e corregge anche alcuni refusi presenti nella vecchia ordinanza dove, erroneamente si indicava lo sgombero del civico 79 di via Porro, anziché i civici 7 e 9 e del 49 di via Del Campasso anziché del civico 39.