Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Il Genoa parte col piede giusto, vittoria sull’Empoli nella serata dell’omaggio alle vittime del crollo del ponte Morandi risultati fotogallery

I due nuovi acquisti dell'attacco rossoblù firmano la vittoria per 2-1 sui toscani neopromossi in A

Genova. Quello che è accaduto dentro al campo è destinato a passare in secondo piano rispetto a ciò che è avvenuto, prima e durante la partita sugli spalti. Striscioni, silenzio e una standing ovation da brividi per le vittime del crollo del ponte Morandi, con un grido “Genova-Genova” che racchiude la forza di una città intera nel volersi rialzare dopo l’ennesima ferita.

Genoa-Empoli va agli archivi con una vittoria dei rossoblù, un 2-1 maturato nei primi 20 minuti di gara, difeso anche con un po’ di fortuna, una parata decisiva di Marchetti – buon esordio il suo – con l’Empoli che accorcia le distanze solo dopo il novantesimo.

I rossoblù in questa stagione partono con il piede giusto, dimostrando finalmente di avere qualcuno che sa dire la sua là davanti: il polacco Piatek sigla la prima rete in campionato dopo soli 6 minuti, seguito al 18′ da Kouame. Nel mezzo un incrocio dei pali colpito da Zajc al 12′.

Un buon primo tempo dei ragazzi di Ballardini, sotto gli occhi di Enrico Preziosi, tornato allo stadio dopo moltissimo tempo. Criscito, il figliol prodigo ora capitano, ha confezionato i due assist decisivi per il piatto destro del polacco e per il diagonale sinistro dell’under 23 ivoriano. Il pubblico interrompe solo in queste due occasioni i 43 minuti di silenzio annunciati per il lutto.

Indimenticabile l‘applauso con standing ovation iniziato al minuto 42 allo scorrere dei nomi delle vittime sui maxischermo e il coro Genova-Genova che squarcia lo stadio, innalzandosi sino al cielo.

La ripresa riparte con un Genoa più guardingo, ma che rischia qualcosa al 51′ quando Marchetti compie un miracolo, deviando sul palo una conclusione di Zajc destinata in rete.

L’Empoli comunque non riesce a essere incisivo e si lascia andare anche a qualche fallo di troppo. Nel centrocampo rossoblù buona la prova di Romulo. Solo nel finale, in pieno recupero, una disattenzione consente all’Empoli di accorciare le distanze: il cross di Di Lorenzo viene deviato con prontezza dal subentrato Mraz.

Genoa-Empoli 2-1

Reti: 6′ Piattek; 18′ Kouame; 94′ Mraz

Genoa: Marchetti, Biraschi, Spolli, Zukanovic, Lazovic (72′ Gunter), Hiljemark (81′ Bessa), Romulo, Criscito, Pandev (54′ Mazzitelli), Piatek, Kouamé.

A disposizione: Vodisek, Radu, Lopez, Lapadula, Mazzitelli, Rolon, Bessa, Dalmonte, Pereira, Lakicevic, Medeiros.

Allenatore: Ballardini

Empoli: Terracciano, Di Lorenzo, Rasmussem, Silvestre, Antonelli, Acquah (72′ Bennacer), Capezzi, Krunic, Zajc (85′ Traorè), Caputo, La Gumina (76′ Mraz).

A disposizione: Provedel, Fulignati, Brighi, Veseli, Mchedlidze, Traore, Pasqual, Untersee, Marcjanik, Ucan.

Allenatore: Andreazzoli.

Arbitro: Marinelli di Tivoli

Ammoniti: Spolli, Criscito, Zukanovic (G); Silvestre, Krunic (E)

Spettatori: paganti 2.033, incasso 52.197, 17.490 abbonati, 171.024 euro la quota gara .