Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Decoro, occupazioni abusive e “ladri di ciabatte”, il week end delle pattuglie anti degrado della Polizia Locale

Tanti gli interventi degli agenti

Più informazioni su

Genova. Venerdì dieci agosto si è concluso il terzo modulo di sgomberi programmati per l’ area denominata “Diga di Begato”. Quattro gli alloggi controllati dalla Polizia Locale, uno in via Brocchi, uno in via Sbarbaro, due in via Vigliero.

Dentro agli alloggi sono state trovate due persone, segnalate per il reato di occupazione abusiva di edificio e per deturpamento di cosa altrui. In tutti gli alloggi sono state sostituite le serrature, in un caso si è provveduto ad abbattere la porta blindata abusiva e a murare l’accesso.

Nel pomeriggio dello stesso giorno due pattuglie sono intervenute in piazza Caricamento dove un ubriaco infastidiva i passanti. L’uomo, un cinquantatreenne rumeno con precedenti penali per reati contro il patrimonio e la persona, ha mantenuto un atteggiamento aggressivo, ed è stato denunciato in stato di libertà per minacce e resistenza a pubblico ufficiale e per ubriachezza molesta, con relativo ordine di allontanamento, oltre a una sanzione di 200 euro per atti contro la pubblica decenza ai sensi dell’arto Art 28 del regolamento Polizia Urbana.

Poco distante una pattuglia “anti degrado”, composta da tre unità in borghese e due in uniforme ha effettuato un controllo in zona darsena comunale ove è stato scoperto un episodio di compravendita di sostanze stupefacenti. Lo spacciatore, marocchino di 43 anni, è stato denunciato per spaccio e il compratore, senegalese di 37 anni, è stato segnalato come consumatore.

Domenica pomeriggio, un agente in servizio in via Jori, nel territorio del quinto distretto, è stato avvertito dal personale di un esercizio commerciale della zona che un uomo aveva appena sottratto dal negozio due paia di scarpe, allontanandosi su una bicicletta. L’agente ha passato l’informazione via radio e il ciclista è stato fermato poco distante da un altro agente della Polizia Locale. Il fermato, un italiano trentasettenne, ha ammesso immediatamente le proprie responsabilità, consegnando la merce sottratta, e, vista la lieve entità del danno economico, è stato denunciato a piede libero, per furto.