Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Dalla Gigi Ghirotti e Pd pressing su Regione e Comune per aprire un hospice a Pra’

Servirebbe un bacino d'utenza da 250 mila persone, papabile sede: Villa Sauli. Franco Henriqtuet: "Possiamo passare da 30 a 45 posti letto"

Genova. Potrebbe essere villa Sauli, a Pra’, la location destinata a ospitare un nuovo hospice per malati terminali gestito dalla Gigi Ghirotti. L’associazione con oltre trent’anni di storia è disposta a investire per ristrutturare l’edificio e renderlo adatto ad accogliere una quindicina di posti letto ma, ed è questo l’appello del fondatore Franco Henriquet e del Partito Democratico genovese, la Regione dovrà dare l’ok a un convenzionamento della struttura presso il sistema sanitario pubblico. “Per garantire i costi di gestione”, spiega Henriquet.

La battaglia per la creazione di un centro per malati terminali nel ponente di Genova è portata avanti da anni dai dem, che per questo si sono uniti all’appello del professor Henriquet. A marzo scorso il Pd aveva presentato in consiglio comunale una mozione, sottoscritta da tutti i partiti, proprio sulla realizzazione di questa struttura.

“Avrebbe un bacino di utenza di 250 mila persone – spiega Mauro Avvenente, consigliere comunale Pd – non solo della periferia ma anche dei molti comuni dell’entroterra”. In passato erano state proposte altre “location” alla Gigi Ghirotti, la ex scuola Quasimodo e la Villa del Barone, sempre tra Pra’e Multedo, ma secondo Henriquet “non sono edifici adatti, o perché troppo deteriorati o perché con barriere architettoniche”.

franco henriquet

La capogruppo Pd a Tursi Cristina Lodi ricorda che “I parametri ministeriali consentono di estendere la convenzione dai 42 posti letto in hospice odierni a circa 70 sul territorio genovese”. Quelli attuali sono 30 della Gigi Ghirotti, tra la struttura di Albaro e quella di Bolzaneto, e 12 all’interno del policlinico San Martino. “Oggi – racconta Henriquet – riceviamo oltre 1000 richieste all’anno ma ne possiamo soddisfare solo la metà”.

Il Pd chiede da tempo una commissione consiliare sul tema ma quella fissata lunedì scorso è stata poi annullata.

Ieri in consiglio comunale, però, l’assessore al Sociale Francesca Fassio ha affermato che è intenzione della giunta occuparsi del tema e fare in modo di sbloccare la situazione. Secondo il segretario provinciale del Pd e consigliere comunale Alberto Pandolfo la Gigi Ghirotti ha bisogno anche di microstrutture che possano fungere da punto di riferimento sulle varie aree del territorio.