Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Funerali di stato per le vittime del crollo ponte Morandi, in seimila a rendere omaggio ai morti fotogallery

Padiglione Jean Nouvel pieno di persone per l'ultimo saluto alle vittime della tragedia, applausi per il presidente Mattarella e i membri del governo

Genova. Almeno seimila persone hanno partecipato ai funerali di Stato delle vittime del crollo del ponte Morandi al padiglione blu della Fiera di Genova, appena terminati.

Ha abbracciato le famiglie delle vittime il presidente della Repubblica Sergio Mattarella al suo arrivo nel padiglione costruito da Jean Nouvel. Si è soffermato a lungo a parlare e consolare tutti i parenti delle persone che hanno perso la vita. Mattarella è stato accolto da un lungo applauso, che è stato tributato anche ai rappresentanti del governo. Qualche fischio invece per gli esponenti del Pd, tra cui Roberta Pinotti, già ministro della Difesa del governo Gentiloni.

Sono arrivati in massa i genovesi, ma non solo. Un fiume di persone, tra autorità, rappresentanti di istituzioni, ma soprattutto gente comune, tutto si sta svolgendo con molto ordine. La Fiera di Genova ha previsto anche uno spazio riservato per la deposizione di fiori. Impressionante e doloroso vedere le 18 bare più la diciannovesima del piccolo Samuele.

Un lungo applauso da parte dei famigliari e delle autorità già presenti, ha salutato i vigili del fuoco che hanno reso omaggio alle bare sistemate sotto all’altare. Alle 10, a un’ora e mezza dall’inizio della cerimonia ufficiale, il ringraziamento, molto toccante, da parte dei famigliari delle vittime a coloro che hanno lavorato giorno e notte per tirare fuori dalle macerie sopravvissuti e coloro che non ce l’hanno fatta. Applausi anche per i volontari della protezione civile e i militi della croce rossa e delle pubbliche assistenze.

È il giorno del lutto nazionale. 38 le vittime accertate, che saliranno ufficialmente a 41 dopo il riconoscimento dei resti ritrovati questa notte a bordo di un’auto rimasta schiacciata dal pilone crollato, probabilmente appartenenti alla famiglia Cecala. Manca ancora all’appello il corpo dell’ultimo disperso: Mirko Vicini.

Le esequie sono celebrate dal cardinale Angelo Bagnasco. Presente anche il governo, quasi al completo, a partire dal presidente del Consiglio Giuseppe Conte.

Il padiglione ha cominciato a riempirsi già dalle 8.30, orario stabilito per l’inizio degli accessi. Un drappo rosso alle spalle dell’altare e del crocifisso, tanti e tanti fiori, presenti molti amici e parenti delle vittime. Lavoratori della Culmv presenti in massa per Andrea Cerulli, il portuale, tra i primi a essere identificato.

Tantissimi i gonfaloni presenti da Comuni di tutta Italia, ma anche pubbliche assistenze. Arrivati anche i giocatori di Genoa e Sampdoria.

La copertura dell’evento è stata internazionale, presenti giornalisti da tutte le parti del mondo.

Oltre 400 uomini tra polizia e carabinieri, saranno schierati per garantire che i funerali si svolgano in sicurezza. Per assistere le migliaia di persone attese, anche 190 volontari della protezione civile e cinque presidi medici.

1500 i posti a sedere, altri 300 sugli spalti. Circa duemila gli accessi in piedi, ma sotto la tensostruttura della Fiera, in uno spazio che può ospitare fino a 5 mila persone, è stato montato un maxi schermo.

Tra le altre autorità certamente presenti la presidente del Senato Maria Elisabetta Alberti Casellati, il presidente della Corte costituzionale Giorgio Lattanzi, il capo della polizia Franco Gabrielli. Poi sindaci, parlamentari e presidenti di Regioni che arriveranno con i loro gonfaloni per testimoniare il cordoglio di tutto il Paese.

In mattinata molti esercizi commerciali hanno risposto all’appello delle associazioni di categoria, chiudendo a metà le saracinesche all’ora del funerale.

Questo l’elenco delle vittime le cui famiglie hanno scelto di partecipare ai funerali di Stato:

Juan Carlos Pastenes, 64 anni e la compagna Nora Rivera, 48 anni; Henry Diaz Henao, 38 anni; Anatoli Malai; Axelle Nèmati Alizèe Plaze, 21 anni, Nathan Gusman, 20 anni, Melissa Artus, 22 anni; Marius Djerri, 28 anni, e Admir Edy Bokrina, 32 (per loro rito islamico); Bruno Casagrande, 57 anni; Alessandro Campora, 55 anni; Andrea Cerulli, 48 anni; Roberto Robbiano, 47 anni, Samuele Robbiano, 8 anni, Ersilia Piccinino, 41 anni; Luigi Matti Altadonna, 34 anni; Carlos Jesus Eraso Trujillo, 23 anni; Angela Zerrilli, 58 anni.
Esequie private per Francesco Bello, 41 anni, già eseguite a Serra Riccò; Giorgio Donaggio, 58 anni; Elisa Bozzo, 33 anni; Manuele Bellasio 12 anni, Camilla Bellasio 16 anni, Claudia Possetti 47 anni; anche i funerali dei quattro ragazzi di Torre del Greco ci sono già stati: Matteo Bertonati, 26 anni, Giovanni Battiloro, 29 anni, Gerardo Esposito, 26 anni, Antonio Stanzione, 29 anni; Marta Danisi 29 anni; Alberto Fanfani 42 anni; Gennaro Sarnataro, 43 anni; Stella Maria Boccia, 24 anni; Vincenzo Licata, 57 anni; Andrea Vittone 49 anni.