Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Abbattimento della rampa di via Siffredi a Cornigliano: giovedì dalle 20 rivoluzione al traffico

Per i mezzi privati il consiglio è quello di utilizzare l'autostrada nel tratto Genova-Ovest Cornigliano

Genova. Sarà una serata e una nottata di rivoluzione al traffico quella tra giovedì 2 agosto per l’abbattimento della rampa a mare dell’uscita dell’autostrada A10 a Genova Cornigliano. Via Siffredi resterà chiusa dalle 20 fino alle 6 del mattino successivo. I mezzi privati che da ponente si spostano verso levante dovranno obbligatoriamente passare dalla rotonda davanti allo Sheraton hotel dell’aeroporto e poi risalire verso l’autostrada e scendere dalla rampa a monte.

Più complessa la vita per chi con auto o moto deve spostarsi da levante a ponente: in questo caso il consiglio è quello di utilizzare l’autostrada tra Genova-Ovest e Genova-Cornigliano anche perché l’unica alternativa è quella che passa da via Perlasca per Borzoli. Per i mezzi pesanti, visti i divieti in via Borzoli, l’unico accesso è attraverso la A10. “Abbiamo fatto richiesta ad Autostrade di avere per quella notte la gratuità del tratto – spiega Balleari – ma ad oggi purtroppo non abbiamo ancora avuto risposta”.

Diverso il discorso per i mezzi pubblici (sono circa 30 i bus interessati nella fascia oraria di chiusura): per quelli che da Cornigliano vanno verso Sestri ci saranno ben tre presidi della polizia stradale (in piazza Savio, sulla rampa e all’uscita della A10) che bloccheranno il traffico sulla rampa in discesa per il tempo necessario a far salire il bus che percorrerà la strada che passa sopra l’accesso all’autostrada per ridiscendere dall’altro lato.

Le linee 1, 3 e N2 modificheranno il percorso in questo modo: in direzione Ponente i bus, giunti al termine di via Cornigliano, proseguiranno per rampa di via Melen, via Melen, via Vallebona, via Melen, rotatoria Siffredi, via Siffredi, dove riprenderanno regolare percorso. In direzione Levante: i bus, giunti al termine di via Menotti, proseguiranno per via Hermada, via Albareto, via Pionieri e Aviatori d’Italia, rotatoria Castruccio, via Pionieri e Aviatori d’Italia, via Melen, rampa di discesa in via Cornigliano, via Cornigliano, dove riprenderanno regolare percorso.

Saranno soppresse le fermate bus di via Siffredi nel tratto interessato alla chiusura.

“Sarà una notte in cui staremo tutti svegli e in particolare la serata con la chiusura a partire dalle 20 potrebbe presentare disagi al traffico di una certa importanza – commenta il vicesindaco Stefano Balleari – ma si tratta di una notte e confidiamo di aver organizzato il tutto nella maniera meno impattante possibile”. Se via Siffredi verrà riaperta alle 6 per via Pionieri e Aviatori d’Italia la riapertura è prevista intorno alle 10 del mattino. “Particolare attenzione dovrà prestare chi si reca in aeroporto: il consiglio è quello di non partire all’ultimo minuto”.

I lavori di abbattimento saranno in due fasi: la notte tra il 2 e il 3 agosto, dopo aver coperto via Siffredi con speciali teli e strati di sabbia a proteggere il manto stradale, sarà abbattuta la campata centrale e poi quella verso via Pionieri d’Italia. Poi la notte tra il 4 e il 5 agosto sarà demolita l’ultima parte, quella più vicina alla ferrovia ma in questo caso verrà previsto per qualche ora solo una riduzione delle corsie.

Per garantire il passaggio dei mezzi di emergenza, grazie alla disponibilità di Ilva, la notte tra giovedì e venerdì i due varchi saranno aperti e presidiati per consentire accessi in sicurezza.

Grazie all’intervento del municipio medio ponente infine le sette famiglie che abitano in via Erzelli, nel tratto interessato dalle chiusure, avranno per quella notte un’autoambulanza sotto casa per eventuali emergenze.