Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Vigili del fuoco, la prefettura ascolta le richieste dell’Usb: sospeso lo stato di agitazione

Genova. Il sindacato autonomo Usb nei vigili del fuoco ha deciso di congelare lo stato di agitazione dopo l’esito del tavolo di conciliazione in prefettura del 18 Luglio, tavolo che – si legge in un comunicato – “ha prodotto un risultato importante per i lavoratori e la cittadinanza”.

Sono state esposte le varie criticità, partendo dalla particolarità del territorio Ligure: la presenza di un soccorritore ogni 15.000 abitanti circa certificato dalla nostra amministrazione che contestava il numero da 140 a 150 a fronte di 2,5 milioni di abitanti compresi di turisti che vengono accolti nel periodo estivo; un parco mezzi con età media di circa 20 anni e a una serie di criticità che hanno le sedi liguri (una ogni 300 chilometri quadrati); siamo tra le città con presenza di aziende ad alto rischio di incidente rilevante più alto del paese; il 100% dei comuni sono a rischio idrogeologico con il più alto indice di mortalità in caso di frane ed alluvione.

“Dopo una discussione molto intensa siamo arrivati alla decisione di congelare lo stato di agitazione in quanto la nostra proposta di un tavolo di crisi è stata accettata dalla prefettura – dicono dall’Usb –
un percorso importante per mettere le basi di un modello di protezione civile dove i vigili del fuoco devono assumere una regia forte e preponderante in sinergia con tutta la compagine volontaria”.

L’Usb si augura che al tavolo siano presenti tutte le istituzioni e i soggetti interessati.