Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Università agli Erzelli, le prime lezioni della scuola politecnica? Nel 2024

Genova. Secondo il rettore dell’Università di Genova Paolo Comanducci la prima lezione al nuovo polo universitario di Erzelli “avverrà nel 2024 – ha affermato stamani a palazzo Tursi durante una commissione consiliare dedicata al futuro della collina dell’high tech nel ponente cittadino – e conto di vedere iniziare i lavori entro la fine del mio mandato, quindi nel 2020”.

Il contratto di acquisto tra Università e Ght (la società finalizzata alla realizzazione del polo di Erzelli) per l’acquisto del terreno dove sorgerà la scuola politecnica – 60 mila metri quadrati – sarà firmato il 15 settembre a un prezzo di 26 milioni di euro comprensivi di Iva. Altre tappe del cronoprogramma, sempre secondo le parole del rettore: entro giugno 2019 Ght dovrebbe fornire il progetto esecutivo sulla cui base verrà bandita la gara per i lavori.

Secondo le stime per costruire la scuola politecnica a Erzelli serviranno 160 milioni oltre ai 20 necessari al trasloco di “Ingegneria” da Albaro al ponente. A disposizione ci sono 152 milioni di fondi pubblici, oltre a 7 milioni accantonati dall’Università. Sulle proprietà immobiliari dell’Università il rettore Comanducci ha chiarito che l’attuale sede della scuola politecnica a villa Cambiaso non sarà venduta. Si valuta la cessione dei laboratori e, comunque dopo il trasloco a Erzelli, della sede presso l’Opera Pia, il cui valore catastale coprirebbe le spese del trasferimento.