Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Un Genoa sempre più “argentino”, affronta lo Zenit

Ufficiale l'arrivo dell'attaccante Claudio Spinelli, martedì visite mediche per Lisandro Lopez mentre Preziosi e Perinetti lavorano per portare in rossoblù altri tre giovani albicelesti

Prosegue la preparazione del Genoa in Austria, con il ciclo di amichevoli estive che si interseca, inevitabilmente con le vicende di calciomercato. Archiviato il 13-0 rifilato alla rappresentativa della Val Stubai, con un Piatek scatenato (cinquina per lui), la squadra si è presentata nella serata di sabato a Neustift al pubblico. Ora arriva il primo, vero test dei Grifone che incontrerà martedì lo Zenit San Pietroburgo, ex squadra di Mimmo Criscito che quindi ritroverà subito i suoi vecchi compagni russi.

“Sarà un piacere riabbracciare tutti gli amici che ho lasciato -ha dichiarato il capitano rossoblù al sito ufficiale del Genoa- Mi dispiace non poter giocare, ma la riabilitazione procede bene. Lo Zenit è sicuramente più collaudato di noi avendo iniziato la preparazione il 20 giugno e due settimane in più si sentono eccome”.

Nel frattempo la società di Villa Rostan ha presentato la nuova maglia da trasferta per la stagione 2018/19. Completamente bianca con la fascia rossoblù al centro del petto e lo scudetto sovrapposto, è stata realizzata da Lotto e pare avere riscosso da subito un certo favore da parte dei tifosi che ne apprezzano la cura dei dettagli. Per l’occasione è scattata anche la campagna abbonamenti che è partita con il motto “Sogno una nuova stagione. Questa è da vivere”. 

Come detto non di solo campo si vive in queste settimane, perché con il Mondiale ormai terminato e un mese per definire la rosa dell’anno prossimo sono arrivate le conferme sia in difesa che in attacco e sono conferme che rendono il Grifone sempre più “albiceleste”. Dopo l’ufficialità di Claudio Spinelli che ha raggiunto la squadra nella giornata di domenica, anche per Lisandro Lopez le cose sono ormai ai dettagli. Il difensore arriva dal Benfica e sosterrà martedì le visite mediche, dopodiché si potrà considerare un nuovo rossoblù. La linea difensiva del Grifone, però potrebbe diventare quasi tutta argentina, dopo Spolli e Lopez infatti, anche Cristian Romero, difensore classe 1998 del Belgrano, sarebbe molto vicino al Genoa. 

Lo riporta il noto giornalista ed esperto di mercato Alfredo Pedullà secondo il quale addirittura l’affare sarebbe ai dettagli. Alla società argentina due milioni di dollari, più eventuali bonus, ma la società di Enrico Preziosi ancora tace su questo. Intanto un arrivo in chiave futura c’è stato con l’acquisto di Nicolò Simeoni, centrocampista esterno arriva dal Venezia e giocherà la prossima stagione con la Primavera rossoblù che inizierà la preparazione il 26 luglio.

Nel frattempo Preziosi continua a spingere con l’Empoli per Krunic, mentre sembra abbia subito un piccolo rallentamento la trattativa con il Napoli per Ciciretti, che sembrava ad un passo in settimana. Nelle ultime ore è spuntato poi un nome importante per il Grifone, ovvero quello di Marko Pjaca, reduce da un mondiale giocato da comprimario, ma comunque indimenticabile. Sul croato la Fiorentina è piombata da tempo, ma il Genoa vanta una pista privilegiata con la Juventus dopo l’affare Perin oltre al fatto che la Fiorentina e la Vecchia Signora non stanno ancora trovando un accordo sulla formula del contratto. D’altra parte i Viola hanno dalla loro la partecipazione (almeno al momento) alla prossima Europa League. Infine la squadra mercato del Grifone resta in pressing sul gioiellino del Boca, Gonzalo Maroni, esterno offensivo dal grande talento, ma tutto è ancora fermo al momento.