Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Tutti pazzi per la super eclissi di luna di venerdì, gli appuntamenti tra osservatori e gite in notturna

L’eclissi raggiungerà la totalità alle 21.30, picco massimo alle 22.22

Più informazioni su

Liguria. Potrebbe essere la più lunga eclissi totale di luna da oggi fino al prossimo secolo. Per questo, venerdì 27 luglio, tutti con il naso all’insù. Sperando in condizioni meteo ottimali.

Secondo i calcoli dell’osservatorio astronomico Schiaparelli di Varese il nostro satellite entrerà nell’ombra della terra alle 20.24, ma l’eclissi raggiungerà la totalità alle 21.30 con il picco massimo previsto alle 22.22. Alle 23.13 la Luna inizierà a uscire dall’ombra e l’eclissi terminerà 19 minuti dopo la mezzanotte. Con la sua durata di ben un’ora e 43 minuti questa eclissi sarà dunque la seconda più lunga del secolo, superata di poco da quella del 16 luglio 2000 che durò un’ora e 47 minuti. Secondo gli astronomi non si verificherà più un oscuramento così duraturo almeno fino al 2100.

Dove e quando. Diverse associazioni e gruppi organizzano osservazioni collettive. L’osservatorio del Gazzo di Sestri Ponente dà appuntamento agli appassionati all’incrocio tra Via Merano/Via S. Alberto (Sestri Ponente) alle ore 21, mentre chi sa come raggiungere la struttura, potrà presentarsi direttamente alle porte dell’Osservatorio. All’osservatorio del Righi ritrovo alle 20 per la formazione dei turni di visita nei due Planetari. Per ogni proiezione contributo 5 euro gli adulti, 4 euro i bimbi, per la cupola dell’Osservatorio contributo di 3 euro gli adulti e 2 euro i bambini (dai 4 ai 12 anni). Sold out invece ‘escursione notturna con Trekking Liguria tra le mura dei Forti di Genova, Sperone, Puin e Diamante.

A ponente l’associazione Astrofili Orione proporrà non solo un’osservazione pubblica del fenomeno, ma coordinata con astronomi ed astrofili si cimenterà in una misurazione della distanza della Luna con il metodo della parallasse. Ritrovo alle 21.30 presso il rifugio di Pratorotondo sul monte Beigua.

Durante la sera di venerdì oltre alla Luna sarà possibile vedere anche Marte, Giove e Saturno. In particolare il Pianeta rosso si troverà in opposizione e “molto vicino” alla Terra (57,6 milioni di chilometri), una situazione molto favorevole all’osservazione. Dalla Terra Marte apparirà quindi come un piccolo globo luminoso e rossastro, visibile chiaramente anche ad occhio nudo. Inoltre i più attenti potranno vedere la Stazione Spaziale Internazionale, che attraverserà il cielo notturno con a bordo i membri dell’equipaggio Expedition 56.

Le eclissi totali di Luna si verificano quando il nostro satellite è perfettamente allineato dietro a Terra e Sole: è per questo che durante questi fenomeni la Luna è sempre piena. L’eccezionale durata dell’eclissi di venerdì è dovuta al fatto che in questi giorni il satellite è vicino al suo apogeo, il punto della sua orbita più lontano dalla Terra (poco oltre i 400 mila chilometri). Mentre è in questa posizione la velocità della Luna è minore rispetto a quando essa si trova più vicino a noi, e per questo impiega più tempo ad attraversare il cono d’ombra.

Ma perché durante un’eclissi la Luna diventa completamente rossa e non solo scura? Gli scienziati della Nasa hanno spiegato che durante un’eclissi la luce solare attraversa la nostra atmosfera, che ne filtra la radiazione. La luce blu è quella che viene assorbita maggiormente, mentre il satellite viene investito dalla luce rimanente. Essendo quasi del tutto priva di blu, la luce che colpisce la Luna diventa di colore arancione o rosa.

La Luna che perdeva luminosità per tingersi di rosso acceso era per i nostri antenati dell’antica Roma un chiaro simbolo della sua sofferenza. Mentre il satellite veniva divorato da misteriosi malefici, l’unica soluzione sembrava essere produrre più rumore possibile con padelle, spade e altri oggetti metallici, consentendo in questo modo alla Luna di ritornare a splendere. Ora la scienza ha naturalmente smentito tutte le superstizioni dietro a questo fenomeno, ma le eclissi di Luna sono ancora oggi degli avvenimenti molto suggestivi.