Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Turismo, nei mesi “freddi” +10%: secondo Coldiretti è anche merito dei prodotti del territorio

Occasione per fare promozione agli agriturismo

Più informazioni su

Genova. Sono 1.746.706, il 10% in più rispetto allo stesso periodo del 2017, i turisti stranieri che da gennaio a maggio 2018 hanno scelto la Liguria come meta delle proprie vacanze, attirati dalle bellezze paesaggistiche e artistiche del territorio e dal buon cibo che contraddistingue la nostra regione.

È quanto afferma Coldiretti Liguria, su dati dell’Osservatorio Turistico Regionale, alle soglie di agosto, dove l’alta stagione farà registrare in molti luoghi il tutto esaurito: turisti sia italiani che stranieri stanno preparano i bagagli per trascorrere le proprie vacanze lontano dal caos e dal caldo delle città. C’è chi sceglie il mare, chi la montagna e chi la campagna, ma nessuno di loro si lascia sfuggire la possibilità di gustare del buon cibo preparato secondo ricette tradizionali, con prodotti di stagione a chilometro zero.

Infatti come emerge da una analisi della Coldiretti in riferimento allo studio di Confturismo Confcommercio, sulla base dei dati Isnart Unioncamere a pesare maggiormente sul budget della vacanza nel Paese del Made in Italy è la voce “cibo”, con gli stranieri che spendono quasi il doppio rispetto all’alloggio per consumare pasti in ristoranti, pizzerie, trattorie o agriturismi, ma anche per lo street food o le specialità enogastronomiche.

L’offerta enogastronomica rappresenta una primaria motivazione di viaggio anche per la Liguria, dove le ricette tipiche, che abbracciano mare e monti, sono gustabili soprattutto nei piccoli borghi e presso le strutture agrituristiche cresciute del 6% nel 2017, facendo arrivare il numero a quasi 600 attività, con l’obiettivo di favorire il nuovo turismo.