Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Sturla, tripletta campana al Trofeo delle Regioni

Il ligure Andrea Filadelli è secondo tra gli Juniores; Filipppo Rinaldi quarto tra i Ragazzi

Genova. Stesso mare, cambiano gli interpreti. Ieri, sabato 7 luglio, per mezza giornata i campionati assoluti lasciano il campo al Trofeo delle Regioni di nuoto in acque libere.

Oltre cento Ragazzi e Juniores impegnati a Sturla, ospiti della Sportiva del presidente Giorgio Conte, negli stessi cinquemila metri in cui 24 ore prima Marcello Guidi e Arianna Bridi si erano qualificati agli Europei di Glasgow. Nel pomeriggio sono poi tornati in gara gli azzurri con la staffetta 4×1250 mixed, introdotta da quest’anno anche agli Europei e con cui ai Mondiali di Budapest 2017 l’Italia ha conquistato la medaglia di bronzo con Mario Sanzullo, Federico Vanelli, Giulia Gabbrielleschi e Rachele Bruni, dietro a Stati Uniti e Francia.

La gara. Condizioni meteo favorevoli. Onda lunga, una leggera brezza e temperatora dell’acqua che si aggira tra i 24 e i 25 gradi. Il campo è ridotto rispetto ai grandi e va ripetuto quattro volte. Cominciano i Ragazzi e le Ragazze insieme. Dopo il primo giro Filippo Rinaldi (Liguria) guida il gruppo di testa, seguito Stefano Avino e Giuseppe Ilario (Campania) e un po’ staccato c’è Alberto Camilotto (Veneto). Ai 2500 metri è ancora davanti Filipppo Rinaldi, 15enne portacolori della Genova Nuoto My Sport, allenato da Nicola Morando, che il 15 giugno a Castel Gandolfo ha vinto le selezioni giovanili dei 5000 in 58’39″6 e dal 13 al 15 luglio sarà a Malta per i campionati europei di categoria; nella sua scia nuotano i due atleti campani.

Nella seconda parte il gruppo di testa cambia quasi completamente. Stefano Avino è l’unico a resistere e guadagna il comando fino a vincere dopo un’ora 01’28″4. Avino, 16 anni è tesserato con l’Olimpic Nuoto Napoli ed allenato da Alessio Adamo; già un eurojunior alle spalle e la convocazione in Coppa Comen. Secondo a due decimi l’altro campano, del Cus Salerno, allenato da Luciano Caglione, Riccardo Di Donato. Filippo Rinaldi finisce quarto in un’ora 01’36″8. “Bravi loro che ne avevano di più – sorride il ligure -, per me non cambia nulla. Sono pronto gli Europei. A Castel Gandolfo il mio tempo era stato più basso ma in mare è differente, anche gli altri, che hanno un anno più di me, oggi hanno nuotato sopra i 60 minuti”.

Tra le Ragazze si impone la rappresentante del Veneto Giorgia Gosetto, 13enne della Rari Nantes Venezia, allenata da Giuseppe Tonolo, che conclude la gara in un’ora 09’42″5. Premiano il presidente della Sportiva Sturla Giorgio Conte e l’azzurro di long distance, idolo di casa, Edoardo Stochino.

Con il passare delle ore si alza il vento di scrirocco e il mare comincia a muoversi. Partono gli Juniores. Tra i maschi vince Luca Amura (Campania) che guida la gara fin dall’inizio guadagnando metri sul gruppo degli inseguitori e chiude in 59’03″9. Luca Amura, 18 anni di Scampia, ha iniziato a nuotare a 4 anni, per la riabilitazione dopo la frattura del femore. “Da allora non ho più smesso – racconta – perché mi piace troppo nuotare”. Gareggia anche in piscina ed è iscritto ai campionati di categoria dal 10 al 13 agosto allo Stadio del Nuoto di Roma nei 400, 800 e 1500 stile libero. “Il mio personale sui 1500 è 54′ – dice con orgoglio – e ad aprile ho partecipato anche agli assoluti a Riccione. Oggi è stata una gara dura, avevo le onde in faccia e alla fine pensavo a non perdere di vista la boa dell’imbuto”. Amura, tesserato con Alba Oriens Casandrino e allenato da Raffaele Iengo, è tra gli atleti monitorati dallo staff tecnico della Nazionale giovanile.

Campania sugli scudi anche tra le femmine con Teresa Persiano, 16 anni da compiere a settembre che prima domina, poi soffre e alla fine recupera e ferma il crono dopo un’ora 6’29″7. “Che fatica – commenta all’uscita dall’acqua l’atleta del Cus Salerno allenata da Luciano Scaglione -. Sono stata davanti per tre quarti di gara, poi mi hanno passato all’ultimo chilometro ma sono riuscita a tornare prima, grazie anche a qualche errore da parte delle altre. Stavolta ho usato la strategia giusta”.

Podio 5000 Ragazzi
1° Stefano Avino (Campania) 1h01’28″4
2° Riccardo Di Donato (Campania) 1h01’28″6
3° Flavio Sciortino (Sicilia) 1h01’33″5

Podio 5000 Ragazze
1ª Giorgia Gosetto (Veneto) 1h09’42″5
2ª Camilla Teramani (Lazio) 1h09’57″2
3ª Ludovica Dell’Uomo (Lazio) 1h10’02″1

Podio 5000 Junior maschili
1° Luca Amura (Campania) 59’03″9
2° Andrea Filadelli (Liguria) 1h00’12″3
3° Samuele De Rinaldi (Campania) 1h01’26″7

Podio 5000 Junior femminili
1ª Teresa Persiano (Campania) 1h06’29″7
2ª Elena Colasanti (Lazio) 1h06’31″1
3ª Giulia Maggio (Veneto) 1h06’34″2

Clicca qui per consultare tutti i risultati.