La presentazione

Roberta Bruzzone a Rapallo con il libro sui delitti di Meredith Kercher e Chiara Poggi

Con la coautrice Valentina Magrin cercherà di spiegare perché, talvolta, alcune scelte processuali sono scelte obbligate

Rapallo. Si intitola “Delitti allo specchio – I casi di Perugia e Garlasco a confronto oltre ogni ragionevole dubbio” ed è il libro pubblicato dalla criminologa ligure Roberta Bruzzone insieme con Valentina Magrin, presentato a Rapallo nell’ambito della rassegna “Incontri estate 2018” a cura di Marco Delpino. L’appuntamento è nel piazzale di Villa Porticciolo in via G. Maggio alle 21.20 (ingresso libero).

Le due autrici sono tornate sulla scena del crimine, ripercorrendo le indagini svolte analizzando i fatti in modo oggettivo, depurandoli – si legge nella presentazione del volume –  “dalle scorie delle false insinuazioni e delle (troppe) parole buttate al vento”. Le due autrici cercheranno di spiegare perché, talvolta, alcune scelte processuali sono scelte obbligate per “tentare di porre rimedio alle inevitabili conseguenze di clamorosi errori investigativi, così come certe condanne o certe assoluzioni possono essere “giuste” anche se lasciano dubbi e non rispecchiano in pieno la realtà dei fatti”.

Bruzzone è psicologa forense, criminologa investigativa ed esperta in criminalistica applicata all’analisi della scena del crimine, nota per la partecipazione a molte trasmissioni televisive. Magrin, filosofa, è specializzata in analisi delle fonti documentarie e giornalismo investigativo, oltre che esperta in scienze forensi, criminologia investigativa e criminal profiling.