La sentenza

Processo Carige, per l’ex presidente Berneschi super condanna a 8 anni e 7 mesi in appello

Va oltre quella in primo grado e oltre la pena richiesta dalla procura generale

Genova. La corte d’appello di Genova ha condannato a 8 anni e 7 mesi Giovanni Berneschi, l’ex presidente di Banca Carige, imputato nel processo d’appello sulla maxi truffa ai danni del ramo assicurativo Carige Vita Nuova. La richiesta fatta dal procuratore generale Valeria Fazio era di sei anni e otto mesi. La sentenza va quindi oltre sia la condanna in primo grado, sia oltre quella richiesta dalla pg.

Il tribunale ha anche condannato a 8 anni 6 mesi Ferdinando Menconi, a 6 anni e un mese Andrea Vallebuona, a 9 e 7 mesi l’imprenditore Sandro Maria Calloni. In primo grado l’ex numero uno di Banca Carige era stato condannato a otto anni e due mesi. Oltre a Berneschi erano stati condannati a sette anni Ferdinando Menconi, ex amministratore delegato del ramo assicurativo, a cinque anni e otto mesi per il commercialista Andrea Vallebuona, a 9 anni e due mesi Calloni.

La truffa, secondo la guardia di finanza, consisteva nel far acquistare dal ramo assicurativo della banca immobili e quote societarie di imprenditori compiacenti a prezzi gonfiati e tramite perizie artefatte per reinvestire le plusvalenze all’estero e avrebbe fruttato a Berneschi e agli altri indagati circa 22 milioni.

Rideterminata, a questo proposito, in appello la confisca nella misura di oltre 21 milioni di euro per Berneschi, oltre 23 milioni per Menconi e 12 milioni per Cavallini.

Le accuse, a vario titolo, sono di associazione a delinquere finalizzata alla truffa e riciclaggio e falso.