Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Porto di Genova, la nuova torre piloti sorgerà nell’area delle riparazioni navali

La notizia è stata data questa mattina in commissione a Tursi

Più informazioni su

Genova. La nuova torre piloti del porto di Genova sorgerà nell’area delle riparazioni navali, in una zona attualmente in concessione ai cantieri Amico and co. Ad annunciarlo – secondo quanto riporta l’agenzia di stampa nazionale Dire – è stato questa mattina il direttore dello staff governance demaniale, piani d’impresa e società partecipate dell’Autorità di sistema portuale del mar Ligure occidentale, Paolo Piacenza, nel corso di un’audizione in commissione comunale.

“Abbiamo già adottato alcuni atti formali per la revoca della concessione – spiega Piacenza – ed è attivo un tavolo di confronto tra l’Autorità portuale, i piloti e la capitaneria di porto per condividere tutto l’iter che condurrà alla realizzazione della nuova torre”.

La scelta di una nuova collocazione si era resa necessaria dopo che la darsena nautica, inizialmente individuata da Renzo Piano per ospitare all’imboccatura di levante del porto l’infrastruttura disegnata e donata alla città dopo la tragedia del molo Giano, era stata bocciata dal Cetena, il centro di ricerche di Fincantieri. I rischi per la sicurezza sarebbero stati troppo elevati in una città in cui è ancora vivo il ricordo dell’incidente della Jolly Nero che la sera del 7 maggio 2013 fece crollare la vecchia torre piloti provocando la morte di nove persone. “La nuova posizione è stata scelta per evitare qualsiasi dubbio sulla non fattibilità tecnica e possibili rischi di urti – spiegano i tecnici dell’authority – potremmo dire che la nuova torre piloti sarà blindata per dare tutta la necessaria e fondamentale sicurezza a chi lavora per garantire la sicurezza a tutto il porto”.

Per l’ex vicesindaco e assessore all’Urbanistica Stefano Bernini (Pd), da sempre in forte contrasto con Renzo Piano, “era evidente che la prima collocazione non avrebbe dato le necessarie garanzie di sicurezza, è colpa della politica, di chi come me è stato troppo timido a dire che la nuova darsena non andava bene e di chi si è fatto ‘imbibinare’ (incantare ndr) da Renzo Piano che voleva un fallo enorme all’ingresso del porto a ricordargli la sua grandezza. Sarebbe il caso che prima di decidere le aree e predisporre atti urbanistici a riguardo, si facessero tutti gli opportuni controlli e verifiche”.

La commissione comunale di questa mattina ha sancito di fatto la chiusura dei processi urbanistici che avrebbero consentito la realizzazione della torre piloti nella nuova darsena. Con la prossima ratifica del consiglio comunale, le aree torneranno nella piena disponibilità di Autorità portuale che potrà procedere a una loro complessiva valorizzazione, non più limitata nel tempo come avviene ora ad esempio per la concessione degli spazi al Salone nautico in scadenza il prossimo ottobre.