Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

La “spesa del futuro”, armadietti refrigerati all’Ipercoop di Bolzaneto per chi compra on line e ritira nel parcheggio

In futuro i locker potrebbero essere collocati anche in zone di alta frequentazione lontano dai negozi Coop

Genova. Roba che qualche anno fa sarebbe suonata come futuristica: fai la spesa on line, passi a prenderla già pronta – senza coda alle casse o problemi di imbustamento – al parcheggio del centro commerciale ma non solo, adesso anche al sicuro dalla calura estiva, con degli speciali armadietti refrigerati.

La novità Coop Drive è disponibile da qualche giorno all’Ipercoop L’Aquilone di Genova Bolzaneto: il servizio permette di effettuare i propri acquisti online, sul sito www.laspesachenonpesa.it, e di ritirarli già pronti.

Da metà luglio, i clienti possono scegliere se ritirare la spesa nel modo tradizionale, cioè rivolgendosi a un operatore, oppure chiedere che sia collocata nel locker, un armadietto simile a quelli che si utilizzano in palestra, ma refrigerato, le cui porte si aprono grazie a un codice che l’utente riceve quando effettua l’ordine.

Chi sceglie di utilizzare il locker deve necessariamente pagare i propri acquisti al momento dell’ordine, ma usufruisce di due vantaggi: un ritiro più rapido, perché non deve attendere che l’operatore scenda a consegnargli la spesa, e fasce orarie più ampie. Infatti, se per il ritiro tradizionale i clienti possono indicare una fascia oraria di un’ora, per il ritiro nel locker le fasce orarie sono solo tre: mattutina (dalle 9 alle 13), pomeridiana (dalle 13 alle 17) e serale (dalle 17 alle 21).

“Si tratta della prima sperimentazione ligure dell’utilizzo dei locker – spiega Giovanni Clavarino, Responsabile Organizzativo Rete di Vendita Ipermercati e Innovazione di Coop Liguria – che in futuro potrebbero aprire scenari interessanti e innovativi per la grande distribuzione. Grazie ai locker, infatti, si potrebbero attivare ulteriori ‘Coop Drive’ non assistiti da operatori, ma soprattutto si potrebbero creare postazioni di ritiro in luoghi di elevata frequentazione, anche al di fuori dei punti vendita Coop, oppure presso aziende con un elevato numero di dipendenti. L’installazione dell’Aquilone ci permetterà di valutare quale accoglienza riserveranno ai locker i consumatori genovesi, per capire se e come estenderne l’utilizzo’.

‘Il progetto Smart Locker per Coop Liguria – racconta Riccardo Olmi, Responsabile Progetti Speciali e Innovazione Digitale di INRES, il Consorzio di progettazione architettonica, impiantistica e commerciale del movimento cooperativo – ha comportato un’attenta selezione fra partner internazionali. La scelta è ricaduta su StrongPoint, leader di mercato nella realizzazione di vending machine e dispositivi di cash management per retail, già molto sviluppati nel Nord Europa’.

‘Abbiamo collaborato con orgoglio con il team di Coop Liguria – spiega Alessandro Santalucia, Amministratore Delegato di InfoSTORE, distributore della società StrongPoint, produttrice del locker – per realizzare una delle prime implementazioni di locker a temperatura controllata presso un supermercato in Italia. Questa modalità di fare la spesa potrebbe essere presto uno dei modi più usati dall’acquirente online’.