Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Kids, arte e curiosità: sbarcano a Genova i percorsi colorati della campagna “Liguria sopra le righe”

Un modo per scoprire, da turisti e da "local", alcuni aspetti meno conosciuti della città attraverso gli itinerari segnati da bollini multicolore

Genova. Tra i percorsi ce n’è anche uno ideato da Gabriele Restaldo, tra i fondatori della pagina Facebook Il Mugugno Genovese, che non a caso si snoderà nei luoghi della lamentela come la buca dei delatori a palazzo Ducale o il pozzo del demonio nella chiesa di San Siro.

Anche a Genova sbarcano i bollini colorati di Liguria sopra le righe, la serie di itinerari tra curiosità e “hidden gems” che la Regione Liguria ha promosso in circa 90 comuni.

Seguendo i colori, turisti e visitatori potranno scegliere uno o più itinerari, alla scoperta dei tesori nascosti della Liguria; non i soliti percorsi da guida turistica, ma luoghi di una Liguria meno conosciuta e raccontata direttamente dai suoi abitanti. A suggerire i tragitti (228 in tutto, con oltre tremila tappe) saranno infatti i cittadini, le associazioni, le pro loco e altri soggetti, incaricati dai rispettivi Comuni.

Generico

Per promuovere gli itinerari genovesi – individuati in collaborazione con i blogger/influencer locali, Antonio Figari, Gabriele Rastaldo e Cristiano Fiore – la Regione ha realizzato magliette e tovagliette con i percorsi stampati.

Inoltre in piazza de Ferrari, in prossimità del logo Genova More Than This, verrà posizionato un totem, punto di ritrovo e di partenza dei tre itinerari, che verranno inaugurati giovedì 26 luglio alle 17 con un evento aperto al pubblico e al quale parteciperanno influencer, blogger e instagramer provenienti da tutta la Liguria.

Genovesi e turisti saranno così invitati a scoprire (o riscoprire) la città e a condividere sui social le loro foro più belle, utilizzando gli hashtag #orgoglioliguria e #orgogliogenova.

Di seguito, una breve descrizione degli itinerari:

BAMBINI 
partenza da piazza De Ferrari > metropolitana – Principe > ascensore Montegalletto > Castello D’Albertis > corso Dogali con casa di Montale > Albergo dei poveri > corso Carbonara > spianata Castelletto – ascensore Castelletto > piazza Portello > piazza De Ferrari

ARTE 
partenza piazza De Ferrari > salita Pollaiuoli > via Canneto il Lungo > Torre Maruffo > vico Valoria > via Giustiniani > vico degli Stoppieri > via San Bernardo > vico dei Giustiniani > piazza Embriaci con Torre Embriaci > chiesa di Santa Maria di Castello > via di Santa Maria di Castello > Santa Maria in Passione con casa Paganini > vico Vegetti > stradone Sant’Agostino > piazza Negri con Chiesa Sant’Agostino e Teatro della Tosse > vico dei tre Re Magi > giardini Luzzati > vico dei Biscotti > via San Donato > chiesa di San Donato > salita Pollaiuoli > piazza Matteotti > piazza De Ferrari

CURIOSITÀ 
partenza piazza De Ferrari > Palazzo Ducale > via XXV Aprile > via Garibaldi > via Cairoli > largo Zecca > via Vallecchiara > via Polleri > mercato del Carmine > salita S. Bernardino > vico Cioccolatte > piazza della Giuggiola > salita dell’Olivella > salita di Carbonara > mercato del Carmine > via Polleri > piazza della Nunziata > via Lomellini, chiesa/oratorio > via del Campo con il Museo via del Campo 29r > via Fossatello > via di San Siro > chiesa di San Siro > via Cairoli > via Garibaldi .