Inchiesta sui fondi della Lega, Salvini cambia rotta e denuncia l'ex tesoriere Belsito - Genova 24
Sviluppi

Inchiesta sui fondi della Lega, Salvini cambia rotta e denuncia l’ex tesoriere Belsito

Il segretario del "nuovo" Carroccio fino a oggi non aveva agito contro la vecchia governance, la notizia è emersa ieri in tribunale a Genova

francesco belsito

Genova. La Lega Nord, attraverso l’avvocato milanese Roberto Zingari e su mandato del segretario del Carroccio Matteo Salvini, avrebbe querelato Francesco Belsito, l’ex tesoriere e ex sottosegretario alla Semplificazione già condannato in primo grado per truffa e appropriazione indebita. Il processo è tutt’ora in corso in corte d’Appello mentre il 5 settembre il tribunale del Riesame dovrebbe pronunciarsi sulla vicenda della confisca dei 49 milioni di euro.

L’atto consentirebbe così di contestare ancora a Belsito l’appropriazione indebita, oltre che la truffa perché, con la riforma Orlando, questo tipo di reato non è più perseguibile anche d’ufficio ma necessita di una querela della parte lesa.

La notizia è stata anticipata stamani dalle edizioni locali di Repubblica e Secolo XIX. Belsito, in primo grado, è stato condannato a 4 anni e 10 mesi: se non fosse stata presentata querela, dovendo rispondere solo di truffa, avrebbe avuto una richiesta di condanna minore. Ma ora il quadro giudiziario cambia.

leggi anche
cronaca
Processo d'appello
Processo a Bossi e Belsito, martedì le richieste di condanna della procura generale
cronaca
Gli scenari
Fondi Lega, in autunno la sentenza di appello ma le pene saranno ridotte. Possibile il sequestro anche sui conti delle sedi regionali
matteo salvini comizio savona contestazioni
Udienza al riesame
Fondi Lega, per i pm c’è “continuità patrimoniale” tra sede centrale e nazioni
salvini brinda recco
Le motivazioni
Fondi Lega, la Cassazione dà ragione alla procura di Genova: “Avanti con i sequestri”
Matteo Salvini a Genova
Gli scenari
Fondi Lega, gli avvocati di Salvini potrebbero proporre un nuovo ricorso
torrente sturla vegetazione e vipera
Presto la sentenza
49 milioni della Lega, secondo il procuratore generale della Cassazione il sequestro dei soldi va confermato