Questione

Fondi per la non autosufficienza e disabilità grave, a Genova sospesa per tre mesi la valutazione delle domande

L'accusa del Pd: Tursi accetta senza intervenire diktat Regione. Si tratta di assegni che vanno dai 350 ai 1500 euro al mese circa per le situazioni più complesse

Genova. Chi ha in famiglia un disabile grave, a Genova, e dovesse fare domanda al Comune del fondo per la non autosufficienza, dovrà attendere almeno tre mesi perché essa sia valutata. Questo perché la Regione Liguria, attraverso Alisa, da fine giugno infatti imposto a Tursi di sospendere le valutazioni delle richieste.

“La giunta comunale si è adeguata senza proferire parola – afferma Cristina Lodi, capogruppo del Pd in consiglio comunale – le famiglie dovranno subire una scelta dovuta a mancanza di fondi, visto che in passato la Regione, forse per propaganda, aveva eliminato i limiti Isee per l’accesso ad alcuni dei fondi per la non autosufficienza”. Secondo i dem, oltre al problema dei ritardi, il provvedimento “non tiene conto delle difficoltà per gli operatori nel dover gestire l’utenza”.

L’assessore comunale al Sociale Francesca Fassio non ha rilasciato nessuna dichiarazione da quando la Regione ha dato queste nuove disposizioni.