Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Euroflora due mesi dopo, la lista Crivello chiede i conti definitivi della manifestazione

"I parchi sono stati restituiti in pessime condizioni, vorremmo sapere se anche i conti di Euroflora versano nelle stesse condizioni del manto erboso di Nervi", dice Gianni Crivello

Più informazioni su

Genova. Euroflora si è conclusa il 6 maggio. A quasi due mesi dalla fine della manifestazione ai parchi di Nervi, il Comune e gli organizzatori non hanno ancora presentato un bilancio ufficiale di quanto sia stato speso e quanto si sia incassato. Quello ufficioso parla di 5 milioni lordi.

A chiedere trasparenza, e carte, è la lista Crivello, opposizione in consiglio comunale. “In passato abbiamo espresso la nostra perplessità sull’evento e sulla location – si legge in un comunicato – i giudizi sulle caratteristiche dell’esposizione floreale non sono stati sempre benevoli in rapporto al costo del biglietto e all’inevitabile confronto con i precedenti eventi organizzati alla Fiera di Genova, poi il 15 di maggio in Consiglio Comunale è stato celebrato, da parte della maggioranza, il successo di Euroflora e Bucci ha affermato che il bilancio economico della manifestazione sarebbe stato positivo e che dopo Euroflora era cambiato il clima in città”.

L’11 giugno in Consiglio Comunale la lista Crivello ha richiesto una rendicontazione economica e il 18 giugno è stato risposto, per iscritto, che la rendicontazione non era al momento completata.

“I genovesi hanno il diritto di avere una rendicontazione economica dell’evento – continua il comunicato – il 27 giugno abbiamo riproposto la stessa domanda all’assessore al Bilancio Piciocchi, a oggi ancora nessun riscontro. Come è noto i parchi sono stati restituiti in pessime condizioni, vorremmo sapere se anche i conti di Euroflora versano nelle stesse condizioni del manto erboso di Nervi”.