Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Bucci incontra i futuri talenti Usa della medicina: “Torta di riso is not finished” fotogallery

Insieme al presidente del Gaslini dove gli studenti stanno portando avanti esperienze sul campo

Genova. “Avete sentito cos’ha detto? Che il nostro sistema di trasporto pubblico è favoloso”, il sindaco di Genova Marco Bucci gongola e traduce le parole di Emily, 20 anni, della North Carolina, una degli studenti americani coinvolti in un progetto internazionale che ha come riferimento l’ospedale pediatrico Gaslini e il policlinico San Martino. Nel Salone di Rappresentanza di palazzo Tursi il presidente del Gaslini Pietro Pongiglione e lo stesso sindaco hanno incontrato una decina dei giovani iscritti ai corsi propedeutici di facoltà di Medicina come Harvard, Princeton, Yale, Berkeley e Johns Hopkins.

Il progetto si chiama Atlantis Project e prevede che i ragazzi, tutti tra i 19 e i 20 anni, spendano alcune settimane in importanti istituti medici in giro per il mondo. Per Emily, ma anche per William, dal Vermont, e Amanda, di Los Angeles, “quella a Genova è stata una delle esperienze più belle della vita”. Gli studenti hanno raccontato di aver apprezzato il mare di Genova, il centro storico, l’architettura e di avere toccato con mano cosa significhi essere medico. “Hanno detto che a Genova hanno trovato persone gentili – scherza ancora Bucci – non è vero che la torta di riso è finita”.

I giovani, che oggi torneranno alle loro attività in ospedale – ogni giorno 8 o 9 ore – hanno ricevuto in dono dalla città una spilla con la bandiera di Genova. Una delle studentesse, Jess, da Montreal, ha dichiarato che è intenzionata a tornare nel capoluogo ligure per portare avanti i propri studi medici.