Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Adeguamento dei porti 2017, a Genova e Savona-Vado la cifra più alta d’Italia

L'ok della conferenza delle Regioni allo schema di riparto del fondo nazionale per lo sviluppo infrastrutturale e dei servizi dei porti italiani

Genova. All’Autorità di sistema portuale del Mar Ligure Occidentale, che racchiude i porti di Genova e Savona-Vado, andranno 15,2 milioni di euro, la cifra maggiore rispetto al resto delle autorità di sistema portuale in Italia.

La Conferenza delle Regioni ha dato ieri il parere positivo allo schema del riparto di un fondo per finanziare gli interventi di adeguamento dei porti (impostato dal ministero delle Infrastrutture e dei trasporti con l’apporto del ministero delle Finanze). In totale la cifra ammonta a 63,5 milioni di euro.

L’obiettivo è promuovere il potenziamento della rete infrastrutturale e dei servizi nei porti e nei collegamenti stradali e ferroviari.
Si crea inoltre un apposito fondo, pari all’1% all’anno, dell’imposta sul valore aggiunto dovuta sull’importazione delle merci introdotte nel territorio nazionale per ciascun porto.

Il fondo è per l’80% attribuito in base a un meccanismo matematico, il restante 20% è assegnato tenendo conto delle esigenze infrastrutturali delle diverse autorità portuali. I fondi all’Asdp del Mar Ligure Occidentale fanno parte di quell’80%.