Aiuto concreto

Violenza di genere, presto una casa-rifugio per proteggere le donne dopo la denuncia

Un alloggio che potrà ospitare due nuclei madre-bambino e che sarà la prima di altre che saranno aperte anche nel resto dela Liguria

Genova. Una casa rifugio a Genova, per aiutare le donne che subiscono violenza, subito dopo la denuncia. Un alloggio che potrà ospitare due nuclei madre-bambino e che sarà la prima di altre che saranno aperte anche nel resto dela Liguria.

Ad annunciarlo, a margine della conferenza stampa sul “viaggio dellle scarpette rosse”, Davide Triacca, Segretario Generale della Costa Crociere Foundation che ha lanciato un messaggio: “Chi esercita un atto vile, come la violenza sulle donne, non è il benvenuto a bordo delle navi Costa”.

L’occasione è stata la firma del protocollo di intesa con Regione Liguria, la Consigliera di parità della regione e AIDDA (Associazione Imprenditrici e Donne Dirigenti d’Azienda) per una raccolta fondi itinerante, a Genova, La Spezia e Savona, e proseguirà a bordo delle navi Costa Crociere. In pratica i donatori potranno acquistare un foulard di seta con le scarpette rosse, simbolo della lotta contro la violenza sulle donne, e i fondi raccolti saranno destinati a bonus occupazionali e tirocini volti all’inserimento lavorativo.

“Accanto ai finanziamenti, oltre 2 milioni di euro nell’ultimo biennio, per il sostegno e la creazione di nuovi centri anti-violenza e case rifugio – ha ricordato Ilaria Cavo, Assessore alle Pari Opportunità della Regione Liguria – questa Giunta ha fortemente sostenuto misure a supporto dell’indipendenza economica delle donne vittime di violenza intervenendo con misure di sostegno al reddito e di supporto all’autonomia abitativa”.

Un viaggio che vede anche il forte impegno dell’associazione donne imprenditrici. “Noi non siamo un’associazione che ha come finalità il service – ha spiegato Maria Claudia Torlasco, Presidente Nazionale Aidda – ma questa volta abbiamo deciso di derogare alla nostra mission perché è inaccettabile la violenza verso le donne. Ci piace che sia stata una maison sensibile alla figura della donna a realizzare il foulard Scarpette Rosse. Donne che sostengono altre donne, legate dal filo conduttore della seta che parte da Genova, crocevia della moda e della produzione tessile”.

Percorsi fondamentali, ha ricordato l’ufficio della Consigliera di Parità della regione Liguria per accompagnare la donna all’acquisizione di un “potere economico”, che è sinonimo di autonomia.