Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

Toti: “Un governo luci e ombre” e spera che Rixi diventi sottosegretario o viceministro

Toti, Bucci e Signorini commentano il nuovo governo, in particolare il nuovo ministro alle Infrastrutture Toninelli

Genova. Alla fine, in un governo “con luci e ombre” come lo definisce il governatore della Liguria, Giovanni Toti “che non nasce dalle urne, e che è senza la benedizione degli elettori” il nome che, a Genova, sembra preoccupare di più è quello di Danilo Toninelli, che questo pomeriggio giurerà per diventare ministro delle Infrastrutture. Un nome che ha stimoltato anche il presidente del Ducale, Luca Bizzarri tornato per un momento nei panni del comico confessando che, tra le “maschere” di governo, oltre a Salvini e a Di Maio, Toninelli è il preferito.

Del resto quella del ministro delle Infrastrutture è una carica chiave in una regione che, tra Terzo Valico, Gronda, waterfront e nuova diga, ha fatto delle grandi opere una carta vincente. “Mi auguro che Toninelli abbia la sensibilità che occorre per dare competitività – dice Toti – a un Paese che deve tornare a crescere un po’ di più di quanto sta facendo adesso. Mi auguro che un ministro alle Infrastrutture sappia che cosa serve al Paese, giudicheremo da quello che farà”.

Sulla stessa lunghezza d’onda anche il sindaco di Genova, Marco Bucci, che dice che sarà a Roma il prima possibile proprio per parlare con il neo ministro. “Genova ha bisogno delle Infrastrutture e ha bisogno degli investimenti – spiega il primo cittadino – non parlo solo di Gronda, Terzo valico e diga, ma anche della metropolitana leggera che ha bisogno di fondi. Penso che il governo ci debba dare il supporto e credo che ce lo darà”.

Un dialogo con il Mit che conta di aprire con urgenza anche il presidente di Autorità di Sistema Portuale di Genova e Savona, Paolo Emilio Signorini. L’authority ha molte partite aperte su questo fronte e il dialogo con il ministero diventa fondamentale. “Chiederò un appuntamento per spiegare quanto stiamo facendo – spiega – perché quanto fatto sugli investimenti infrastrutturali, è stato un lavoro serio che credo avremo modo di poter illustrare e recepire le impostazioni del nuovo governo”.

A bilanciare tutto potrebbe essere un nome genovese, quello dell’ex assessore allo sviluppo economico, Edoardo Rixi che, secondo indiscrezioni, potrebbe approdare al ministero con una carica di sottosegretario o vice ministro ai porti. “Un viceministro ligure ci starebbe bene – sottolinea Toti – e mi auguro che la Liguria venga valorizzata perché in questi tre anni ha fatto molto per il paese. Avere una rappresentanza politica mi piacerebbe molto, se fosse Edoardo Rixi che è un amico mi piacerebbe ancora di più”.