Genova24 - Genova: notizie in tempo reale. Cronaca, Sampdoria, Genoa, Politica, Economia, Sport ...

“La focaccia nel caffelatte è un atto di fede”, il proselitismo dei Testimoni di Genova diventa virale

La genovesità si può esportare? Si, parola di Uncle Singer Production

Geova. Quando suona il campanello, e non sono previste visite, dall’altra parte del citofono ci sono loro, i Testimoni di Genova, pronti a diffondere la parabola del pesto e portare i sacri simboli e rituali de Zena al nord.

Questa è la trovata di Uncle Singer Production, che due giorni fa ha pubblicato on line un breve video.

“I Testimoni”, declinato nella modalità “trailer”, che in poche ore è diventato virale: produzione di alto livello, sceneggiatura semplice e contenuti presi a piene mani dall’orgoglio genovese, con finalmente una cadenza ligure degna di questo nome (Il De Andrè di Trastevere fa ancora rabbrividire).

Non si può raccontare molto, perchè c’è tutto nel video, e vale la pena goderselo “ex novo”, consapevoli che la nostra “mitologia” è quella e non si scappa. E quando si tratta di “evangelizzare” il “foresto”, esce fuori tutta “l’empatia” genovese. E non importa se la produzione è di Bergamo, quelli siamo e quelli rimarremo.