A luglio

Jennifer Aniston e Adam Sandler a Santa Margherita per girare “Murder Mistery”, produzione Netflix

Genova. La notizia doveva rimanere riservata, ma oramai circola da qualche ora: Jennifer Aniston e Adam Sandler gireranno a San Margherita alcune scene per un film commedia.

L’ultima settimana di luglio, quindi, Santa Margherita Ligure sarà palcoscenico di una grande produzione cinematografica internazionale. Circa 300 persone di addetti ai lavori verranno alloggiate su tutto il territorio, da Genova a Chiavari, da Portofino a Rapallo, ma principalmente a Santa Margherita Ligure.

Il set riguarderà soprattutto l’area del Molo Foraneo (interdetto al pubblico) e Piazza Cagni (parzialmente interdetta). L’accesso all’area portuale, a tutte le attività commerciali, ristoranti e stabilimenti balneari e attività sportive sarà comunque sempre aperto al pubblico e garantito.

La pellicola non sarà un film ambientato a Santa Margherita Ligure ma in più location (tra Francia e Italia); il film è una produzione statunitense dal titolo “Murder Mistery” i cui attori principali – che gireranno a Santa Margherita Ligure – saranno Jennifer Aniston, Adam Sandler, Luke Evans e Dany Boon, per la regia di Kyle Newacheck.

Nei mesi scorsi sono stati svolti svariati incontri in città tra la produzione, l’amministrazione comunale, i Carabinieri, la Capitaneria di Porto, la Polizia Municipale, il Demanio, l’Ufficio Tecnico, e – recentemente – i soggetti cittadini interessati dal set. Altri sono da calendarizzare nei prossimi giorni per dirimere aspetti logistici e pratici.

Dichiara il Sindaco Paolo Donadoni: «Si tratta di una grande occasione per tutto il territorio, così come lo è stato l’evento Ferrari l’anno scorso o il concerto di Bocelli a Portofino qualche anno fa. Santa Margherita Ligure è stata scelta tra tante location per la sua bellezza, la disponibilità di infrastrutture, e per la sua discrezione e attitudine all’accoglienza. Queste peculiarità, se riusciremo tutti insieme a confermarle, potranno portare altre occasioni come questa. È importante che la nostra città diventi scenario di eventi internazionali e di questo dobbiamo essere tutti orgogliosi come sammargheritesi».